Sordità negli adulti

Sordità negli adulti

Questo articolo è per Professionisti medici

Gli articoli di riferimento professionale sono progettati per l'uso da parte di professionisti della salute. Sono scritti da medici del Regno Unito e basati su prove di ricerca, linee guida britanniche ed europee. Potresti trovare il Problemi di udito articolo più utile, o uno dei nostri altri articoli sulla salute.

Sordità negli adulti

  • Epidemiologia
  • Eziologia
  • Presentazione
  • Visita medica
  • Gestione
  • complicazioni
  • Prognosi
  • Prevenzione

Vedi l'articolo relativo alla sordità separata nell'infanzia.

Il normale limite inferiore dell'intervallo uditivo è 0-20 decibel (dB), dove 0 dB è la soglia per la percezione del suono a una determinata frequenza per le persone con udito normale. La sordità è una perdita parziale o completa dell'udito, nota anche come compromissione dell'udito. La perdita dell'udito è misurata in decibel sordità (dB HL). Può essere classificato come segue:

  • 20-40 dB HL: lieve, non riesce a sentire i bisbigli.
  • 41-70 dB HL: moderato, non è possibile ascoltare la conversazione vocale.
  • 71-95 dB HL: grave, non riesco a sentire le urla.
  • > 95 dB HL: profondo, non riesco a sentire suoni che sarebbero dolorosi da ascoltare per una persona udente.

Esistono due tipi di sordità e i pazienti possono presentarsi con uno o entrambi[1]:

  • Ipoacusia conduttiva - questo si verifica quando c'è un problema nella trasmissione delle onde sonore dall'orecchio esterno, attraverso l'orecchio medio. I processi della malattia possono verificarsi a qualsiasi livello lungo questa parte dell'orecchio.
  • Ipoacusia neurosensoriale - questo si riferisce a problemi che si verificano nella coclea (il sito più comune della malattia), il nervo cocleare o il tronco cerebrale, con conseguenti impulsi neurosensoriali anormali o assenti. I problemi neurosensoriali sono più comuni negli adulti.

Epidemiologia

Ci sono più di 10 milioni di persone nel Regno Unito con qualche forma di perdita dell'udito. Questo è circa uno su sei della popolazione. Dalla cifra totale, circa 6,4 milioni sono in età pensionabile e circa 3,7 milioni sono in età lavorativa[2]. Più di 800.000 di quelli con perdita uditiva sono gravemente o profondamente sordi.

  • Il danno legato all'età della coclea è la principale causa di perdita dell'udito. Il numero di persone con problemi di ipoacusia aumenta notevolmente dai 50 anni in poi.
  • Il 71,1% di quelli di età superiore a 70 anni e il 41,7% di quelli di età superiore a 50 anni hanno una qualche forma di perdita dell'udito.
  • Ci sono 36.000 persone di età compresa tra 16 e 49 anni che sono gravemente o profondamente sorde e un totale di circa 1,15 milioni con qualsiasi perdita uditiva nella stessa fascia di età.
  • La sordità si verifica leggermente più comunemente nei maschi che nelle femmine.
  • La sordità può verificarsi più comunemente nelle popolazioni di immigrati provenienti da regioni con livelli più elevati di povertà, scarsa assistenza sanitaria e bassi livelli di immunizzazione contro malattie come la rosolia.

Fattori di rischio

  • I principali fattori di rischio per la perdita dell'udito negli adulti sono l'età e l'esposizione eccessiva al rumore[3].
  • Ci sono alcuni fattori di rischio che contribuiscono a specifici tipi di sordità (vedi 'Eziologia', di seguito) come infezioni all'orecchio precedenti, traumi, malattie virali e così via.

Eziologia[3]

Ci sono molte cause di sordità congenita o infantile che possono persistere nell'età adulta. Le cause acquisite sono descritte di seguito.

Ipoacusia conduttiva

Occlusione

  • Natura - l'occlusione può verificarsi a seguito di cerume (noto per essere colpito dall'uso di gemme a punta di cotone), impurità da corpo estraneo (più frequente nel bambino piccolo e in pazienti con problemi di salute mentale), edema (se grave, può limitare l'azione degli ossicini) o esostosi (crescita ossea benigna nel canale uditivo esterno, a volte causata da frequenti nuotate in acqua fredda).
  • Presentazione - può trattarsi di una perdita dell'udito unilaterale (per es. corpo estraneo) o bilaterale (a meno che non vi sia impattazione e associata infezione del corpo estraneo) che di solito è improvvisa quando il canale finalmente si occlude.
  • Gestione - se non vi è alcuna storia di otite media, perforazione timpanica o chirurgia dell'orecchio interno, il cerume può essere irrigato in modo sicuro con acqua calda a temperatura corporea; potrebbe essere necessario prima ammorbidirlo con diversi giorni di applicazione di verdura, in particolare di olio d'oliva. Se hai una buona visione con l'otoscopio, è possibile curettarlo. Se il paziente è cooperativo, i corpi estranei senza impatto possono essere irrigati o rimossi allo stesso modo del cerume. In caso di dubbio, fare riferimento alla squadra ENT. L'edema deve avere la causa sottostante trattata. Grandi esostosi possono portare a compromissione della normale migrazione di cerume - la rimozione chirurgica è indicata solo se sono sintomatici.
  • Prognosi - questo è positivo per queste condizioni e l'udito normale dovrebbe essere ripristinato in assenza di complicazioni o di patologia di base.

Infezione

  • Natura - ci sono diversi tipi di infezione che riguardano l'orecchio esterno e medio, ma le condizioni principali sono l'otite esterna (più comunemente causata da Pseudomonas aeruginosa e Staphylococcus aureus), otite media (che può causare effusioni dell'orecchio medio che riducono la mobilità della membrana timpanica e della catena ossiculare) e, meno comunemente per quanto riguarda la perdita dell'udito, sinusite che può causare una perdita dell'udito temporanea se vi è associato gonfiore della Tromba d'Eustachio.
  • Presentazione - L'otite si presenta con un'improvvisa perdita dolorosa dell'udito. Un canale uditivo stretto con detriti suggerisce l'otite esterna e un normale canale del lume con una membrana timpanica rossa e immobile suggerisce l'otite media.
  • Gestione - questo comporta la rimozione di eventuali detriti e l'applicazione di gocce antibiotiche locali (eventualmente applicate a uno stoppino che si trova nel condotto uditivo se c'è un'otite esterna grave). Gli antibiotici sistemici sono raccomandati solo nei casi più gravi. Casi gravi o ricorrenti di otite media possono causare effusioni dell'orecchio medio. Consultare i pazienti con otite media cronica (vedere i criteri di riferimento sotto "Gestione", di seguito)[4].
  • Prognosi - il recupero è generalmente buono ma l'otite media cronica può portare a versamento dell'orecchio medio o perforazione della membrana timpanica.

Perforazione della membrana timpanica

  • Natura - questo può insorgere a causa di otite cronica, trauma (compresi barotrauma, incidenti d'acqua, esplosioni, lesioni penetranti o fratture temporali dell'osso) e dalla chirurgia (ad es. mastoidectomia radicale).
  • Presentazione - la storia può essere suggestiva, associata a (solitamente) dolorosa perdita dell'udito e perforazione della membrana timpanica all'esame dell'orecchio.
  • Gestione - piccole perforazioni (<2 mm) spesso guariscono spontaneamente con una copertura antibiotica topica e istruzioni per mantenere l'orecchio asciutto. Se la visibilità è scarsa o si sospetta una lesione più estesa, fare riferimento al team ENT.
  • Prognosi - questo dipende dall'entità della perforazione e dal fattore causale. Il recupero dovrebbe essere completo in assenza di fattori complicanti.

crescite

  • Natura - le cisti benigne, i tumori benigni e maligni (fibromi, papillomi, adenomi, sarcomi, carcinomi e melanomi) e la neurofibromatosi di tipo 1 possono tutti causare tumori nel condotto uditivo. L'ostruzione del condotto uditivo può causare perdita dell'udito conduttivo. (NB: la neurofibromatosi di tipo 2 è associata a schwannomi bilaterali (tumori vestibolari) e quindi a perdita dell'udito neurosensoriale bilaterale).
  • Presentazione - tendono ad essere associati a perdita dell'udito graduale, indolore, unilaterale.
  • Gestione - Fare tempestivamente riferimento alla biopsia ± imaging. Se viene confermato un tumore maligno, il trattamento includerà la chirurgia invasiva ± la radioterapia.
  • Prognosi - a seconda della natura della crescita, varia da eccellente (ad esempio, papilloma benigno) a molto povero (ad es. carcinoma del condotto uditivo osseo).

Altre cause

  • colesteatoma - questa è una raccolta tridimensionale di tessuti epidermici e connettivi nell'orecchio medio. Pazienti caratteristicamente presenti con otite media suppurativa cronica e sordità progressiva. La membrana timpanica può essere vista retratta o perforata con un rivestimento epiteliale. Il colesteatoma cresce in modo indipendente e può essere localmente invasivo e distruttivo: se si sospetta ciò, consultare il paziente per un intervento chirurgico.
  • Adenoidi - occasionalmente, piuttosto che regredire (questo di solito si verifica a circa 5 anni di età), questi continuano a crescere, eventualmente a bloccare la tromba di Eustachio, causando così una perdita di udito bilaterale indolore nei giovani adulti. Fare riferimento alla chirurgia.
  • Otosclerosi (otospongiosi) - questo si verifica quando c'è una deposizione ossea anormale alla base della staffa, impedendo così la normale vibrazione ossicolare. I pazienti tipici sono donne bianche di mezza età che presentano una perdita dell'udito bilaterale indolore, progressiva e una storia familiare positiva di questa condizione. Molti gestiscono solo con apparecchi acustici, ma alcuni devono essere indirizzati per un intervento chirurgico.
  • Myringosclerosis - questo è caratterizzato dalla deposizione di chiazze di calcio irregolari, bianche, sulla membrana timpanica. Generalmente non è problematico quando è isolato, ma se si estende alle strutture associate (membrana timpanica, catena ossiculare e mucosa dell'orecchio medio), ad esempio timpanosclerosi, può verificarsi un danno uditivo significativo. Fare riferimento per la conferma della diagnosi.
  • Sindrome dell'articolazione temporomandibolare - i pazienti soffrono di dolori alla mascella, al viso e alla testa, specialmente intorno alle orecchie; cliccando o scoccando la mascella e le orecchie; 'blocco' delle mascelle e dolore nell'aprire la bocca. Può essere associato a perdita dell'udito bilaterale, dovuta a spasmi muscolari dei muscoli dell'orecchio interno. Questo è di solito una condizione auto-limitante, ma un breve ciclo di farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) è talvolta utile.

Ipoacusia neurosensoriale

Presbyacusis (perdita dell'udito causata dall'età)
Vedere l'articolo Presbyacusis separato.

Ipoacusia indotta da rumore (NIHL)

  • Natura - l'esposizione a suoni eccessivi (trauma acustico) produce uno spostamento temporaneo nella soglia di stimolazione delle cellule ciliate esterne all'interno dell'orecchio interno, consentendo loro di recuperare. L'esposizione sufficientemente intensa e ripetuta determina uno spostamento della soglia permanente. La perdita dell'udito professionale è il principale colpevole, ma qualsiasi rumore, inclusi rumori militari, sociali e di fuochi d'artificio, può essere implicato. Le alte frequenze (in genere 4 kHz) sono le prime a essere influenzate, seguite dalle frequenze progressivamente più basse.
  • Presentazione - perdita dell'udito di solito graduale (a meno che l'esposizione sia dovuta a un rumore improvviso come un'esplosione) associata al tinnito nel 60% dei casi. Il problema è bilaterale ± simmetrico e l'esame della membrana timpanica è normale.
  • Gestione - Se l'udito non si riprende entro pochi giorni dall'esposizione improvvisa al rumore, fare riferimento ai test audiometrici. I pazienti che si lamentano di NIHL professionale hanno bisogno di rinvio, in quanto potrebbero esserci implicazioni legali.
  • Prognosi - se l'esposizione è stata moderata (ad esempio durante un concerto pop intenso), il recupero potrebbe essere completo. L'esposizione prolungata o eccessiva provoca danni permanenti. Tuttavia, ciò non è progressivo e qualsiasi ulteriore perdita uditiva dopo la cessazione dell'esposizione non è dovuta al NIHL (è spesso dovuto alla presbia- cusia sovrastante).

Ipoacusia ototossica

  • Natura - Esistono diverse classi di farmaci noti per danneggiare l'orecchio interno.Questi includono aminoglicosidi, cis-platino, salicilati, chinino e alcuni diuretici dell'ansa. Gli antibiotici macrolidi possono causare la perdita dell'udito e gli antibiotici glicopeptidici possono anche influenzare l'equilibrio. Maggiori dettagli su quali farmaci sono ototossici e sui loro livelli di dosaggio sicuri possono essere trovati sotto "Ulteriori letture e riferimenti", di seguito.
  • Presentazione - dopo la somministrazione di questi farmaci possono verificarsi acufeni, perdita dell'udito e problemi di equilibrio. Anche la sensazione di pressione all'interno delle orecchie è una lamentela comune. I sintomi sono spesso insidiosi e possono verificarsi settimane o mesi dopo l'uso di questi farmaci.
  • Gestione - evitare la prescrizione di questi farmaci in gravidanza, prendere in considerazione la dose più bassa e controllare la comorbilità (come la funzionalità renale) prima di prescrivere. I sintomi non sono segni attendibili ma, qualora dovessero verificarsi, rivedere il regime farmacologico, considerando dosi alternative e farmaci alternativi. Se l'agente incriminato è già stato arrestato, fare riferimento per l'audiometria; questi pazienti possono aver bisogno di alcune misure di supporto come il montaggio di un apparecchio acustico.
  • Prognosi - questi pazienti vengono spesso lasciati con problemi uditivi a lungo termine, ma nei pazienti con disturbi dell'equilibrio associati, tutti i casi più gravi migliorano a causa di una compensazione centrale (sebbene gli anziani possano continuare a essere instabili per il resto della loro vita).

Condizioni immunitarie

  • Natura - questo viene diagnosticato in modo crescente nel contesto delle malattie autoimmuni (dove la diagnosi è confermata dal miglioramento con la somministrazione di steroidi) e nell'HIV dove può essere associato a infezione da citomegalovirus (vedi sotto).
  • Presentazione - la perdita dell'udito autoimmune si manifesta con perdita dell'udito bilaterale o progressivamente, possibilmente fluttuante, o di perdita dell'udito e acufene simile alla malattia di Ménière. Circa il 50% dei pazienti lamenta anche vertigini.
  • Gestione - questi pazienti rispondono al prednisolone orale. In alcuni pazienti, il metotrexato a basse dosi può essere un'alternativa agli steroidi a lungo termine.
  • Prognosi - i pazienti dovrebbero riprendersi completamente tra gli episodi, ma questi sono ricorrenti.

Neuroma acustico
Vedere l'articolo sui Neuromi acustici separato.

La malattia di Meniere
Vedi l'articolo sulla malattia di Ménière.

Sordità neurosensoriale improvvisa unilaterale idiopatica[5]

  • Natura - Si tratta di un'improvvisa perdita dell'udito neurosensoriale di 30 dB entro tre giorni, che può essere associata a tinnito, vertigini e pienezza uditiva. La sua eziologia non è ben nota, ma può essere associata a infezioni virali o insulti vascolari.
  • Presentazione - perdita dell'udito come sopra e può esserci una storia di infezione del tratto respiratorio superiore nel mese precedente.
  • Gestione - fare riferimento con urgenza. Questi pazienti sono iniziati con steroidi orali entro tre settimane dall'inizio; tuttavia, vi è ancora una scarsità di quantità e qualità delle prove a sostegno di questo approccio comunemente utilizzato.
  • Prognosi - migliore per quelli con perdita dell'udito minima, senza sintomi vestibolari e trattamento precoce.

Fistola perilymph

  • Natura - Si tratta di una connessione anormale tra lo spazio perilinfatico dell'orecchio interno e la cavità dell'orecchio medio. Può essere congenito o acquisito (come nel caso di barotrauma o tensione - sollevamento, tosse, starnuti).
  • Presentazione - vi è un'improvvisa perdita dell'udito unilaterale associata a vertigini e acufeni. La storia può essere suggestiva.
  • Gestione - da tre a sei settimane di riposo a letto Se i sintomi non migliorano, la chirurgia può essere raccomandata.
  • Prognosi - questo è variabile, a seconda della causa e della dimensione della perdita.

Altre cause

  • Infiammazione ± infezione (come encefalite, meningite, labirintite, scarlattina, tifo, varicella zoster, otite interna).
  • Trauma (fratture ossee temporali).
  • Piressia.
  • Neurite uditiva.
  • Diabete.
  • Sclerosi multipla.
  • Distrofie muscolari.
  • La malattia ossea di Paget.
  • Malattia di Charcot-Marie-Tooth.

Ipoacusia funzionale

  • Natura - questa è la sordità che deriva da fattori psicologici o emotivi, piuttosto che da cause fisiche. La diagnosi è talvolta complicata dalla presenza di una reale perdita dell'udito fisica, "sovrapposta" dalla perdita funzionale o da un orecchio mentre l'altro orecchio presenta la perdita funzionale (sordità funzionale unilaterale).
  • Presentazione - questo può essere in molte forme. Cerca incoerenze nelle risposte ai test del diapason. Una domanda tranquilla nella storia che si svolge mentre si gira o si muove intorno alla schiena del paziente può rivelare un udito migliore di quello descritto.
  • Gestione - in definitiva, la diagnosi può essere confermata solo mediante test audiometrici formali. Questi pazienti devono essere gestiti in modo sensibile. Un'enfasi su come le difficoltà emotive molto difficili possono provocare impressioni molto reali della perdita dell'udito è utile.
  • Prognosi - questo dipende dall'esito dei problemi psicologici sottostanti.

Presentazione

Storia[3, 6]

La presentazione può essere con perdita uditiva improvvisa o graduale, unilaterale o bilaterale, a seconda dell'eziologia. Una storia dovrebbe essere presa come con qualsiasi altro problema.

Domande per valutare se esiste un problema di udito

  • Hai qualche difficoltà con il tuo udito?
  • Lo trovi molto difficile seguire una conversazione se c'è rumore di sottofondo (ad es. TV)?
  • Quanto bene senti qualcuno parlare quando quella persona è seduta sul LATO DESTRO in una stanza tranquilla?
    • Senza difficoltà
    • Con leggero difficoltà
    • Con moderare difficoltà
    • Con grande difficoltà
    • Non riesco a sentire affatto
  • Quanto bene senti qualcuno parlare quando quella persona è seduta sul LATO SINISTRA in una stanza tranquilla?
    • Senza difficoltà
    • Con leggero difficoltà
    • Con moderare difficoltà
    • Con grande difficoltà
    • Non riesco a sentire affatto

Se la risposta a Q1 o Q2 è sì e la risposta a Q3 e Q4 è almeno leggero, quindi gli apparecchi acustici darebbero beneficio e sarebbero più probabilmente usati.

Domande per valutare quale potrebbe essere il problema

  • Insorgenza (quando, progressiva o improvvisa) e progressione da allora.
  • Unilaterale o bilaterale.
  • Presenza o assenza di otalgia (otite), otorrea (scarica), vertigini e acufeni.
  • Storia passata di infezioni dell'orecchio, lesioni alle orecchie o tensione per sentire.
  • Storia medica passata di ictus, diabete o malattie cardiache.
  • Farmaci attuali (vedere 'Ulteriori letture e riferimenti', di seguito, per un elenco completo di farmaci ototossici).
  • Precedenti necessità di antibiotici per via endovenosa, diuretici, salicilati o chemioterapia.
  • Esposizione a ambienti rumorosi (al lavoro o nel tempo libero).
  • Storia sociale per escludere la necessità di contattare gli organi di governo professionali per quanto riguarda la loro menomazione (come i piloti che seguono un episodio della malattia di Ménière).

Visita medica

Esame fisico

Ciò dovrebbe includere l'ispezione dell'orecchio esterno (notare minori deformi, poiché lo sviluppo dei diversi componenti del canale è strettamente correlato) e l'esame della membrana timpanica, alla ricerca di ostruzioni (cerume, corpi estranei), evidenza di infezione, perforazione , timpanosclerosi, colesteatoma o versamento.

Esame funzionale

Il test vocale sussurrato e il diapason (test di Rinne e Weber) possono essere eseguiti in modo semplice ed efficace ma, in ultima analisi, se rivelano danni all'udito, i pazienti devono essere sottoposti a test audiometrici che consentano una quantificazione precisa del grado di udito perdita e aiutare a identificare il sito di patologia.

Potrebbe essere utile anche l'articolo separato sugli esami dell'udito.

Gestione

Vedi anche l'articolo sulla gestione separata dei pazienti con problemi di udito.

Nota dell'editore

Luglio 2018 - Dr HayleyWillacy raccomanda la recente guida del National Institute for Health and Care Excellence (NICE) relativa alla perdita dell'udito negli adulti[7]. Suggerisce che il riferimento a un servizio di orecchio, naso e gola (ENT), dipartimento di emergenza o servizio di medicina audiovestibolare è richiesto in caso di insorgenza improvvisa / rapida di perdita dell'udito che sviluppa:

  • In un periodo di ≤3 giorni (immediato - entro 24 ore).
  • ≥30 giorni fa (urgente - visibile entro 2 settimane); e
  • Se i sintomi peggiorano rapidamente (urgenza).

I sintomi oltre alla perdita dell'udito che richiedono un rinvio immediato / urgente includono:

  • Sensazione alterata o abbassamento del viso sullo stesso lato (immediato)
  • Pazienti immunocompromessi che hanno otalgia con otorrea che non risponde al trattamento entro 72 ore (immediato)
  • Adulti della famiglia cinese / sud-est asiatica con perdita dell'udito e versamento dell'orecchio medio non associati a un'infezione del tratto respiratorio superiore (urgente)

Referral

Per i pazienti con ipoacusia neurosensoriale ad esordio improvviso, effusione dell'orecchio medio, neurologia focale con colesteatoma o otite maligna esterna, è necessario presentare un riferimento urgente all'ENT.[8].

  • In pazienti di età compresa tra 50 e 80 anni (70% dei casi di prima visita) - in assenza di patologia, consultare un appuntamento per "valutare e adattare" (per un apparecchio acustico):
    • L'appuntamento di valutazione e idoneità può essere un appuntamento unico in cui viene offerto un apparecchio acustico universale o un processo a due tappe in cui la prima visita consiste nel creare uno stampo per le orecchie e fornire informazioni e il prossimo è quello di adattarsi all'aiuto.
    • I pazienti esistenti possono anche essere indicati per aggiornare il loro apparecchio acustico.
    • A seconda delle pratiche locali, potrebbe esserci un follow-up telefonico.
  • Disturbi visivi / problemi di destrezza o comunicazione / età avanzata - fare riferimento a una valutazione primaria con servizio audiologico (a meno che non si pensi che gestiranno con una semplice valutazione e adattamento).
  • Lieve difficoltà in un orecchio e / o riluttanza ad avere un aiuto - vigile attesa con consulenza e informazioni.
  • Acufene che dura per più di cinque minuti e non si verifica semplicemente dopo forti rumori - fare riferimento per la valutazione primaria con i servizi di audiologia.
  • Altri problemi segnalati e / o di età inferiore a 50 anni: consultare il servizio di consulenza ambulatoriale ORL / ​​medicina vestibolare condotto da un consulente medico.
  • Sordità uditiva improvvisa - fare riferimento al servizio di emergenza ENT / medicina ambulatoriale-vestibolare.

Tra gli altri pazienti che potresti voler prendere in considerazione per il rinvio[3]:

  • Pazienti che presentano una perdita dell'udito neurosensoriale asimmetrica.
  • Pazienti con otite media acuta ricorrente (più di tre episodi in sei mesi o quattro episodi in un anno), versamenti cronici dell'orecchio medio (più di tre mesi di durata), o deficit uditivo significativo (maggiore di 30 dB insieme ad un versamento) dovrebbe essere riferito a considerare la possibilità di drenaggio chirurgico utilizzando tubi di miringotomia.
  • Perforazioni della membrana timpanica di> 2 mm, in cui non è possibile una visione completa del problema, in caso di sospetto infortunio o nei pazienti in cui la perforazione o la perdita dell'udito dura più di due mesi.
  • Sospetto di un tumore nel canale uditivo esterno o più tumori centrali come un neuroma acustico.

Opzioni di gestione

Questo dipende dall'eziologia del processo patologico. Le cause curabili dovrebbero essere affrontate, ma i pazienti che sviluppano un problema uditivo a lungo termine hanno diverse opzioni a loro disposizione:

  • Apparecchi acustici indossati esternamente - Questi sono amplificatori che vengono in una varietà di forme e dimensioni e sono disponibili sul NHS. Possono essere analogici o (più comunemente in questi giorni) digitali[9].
  • Apparecchi acustici impiantabili - Gli impianti cocleari, gli apparecchi acustici ancorati all'osso e gli impianti del tronco cerebrale uditivo sono disponibili per gruppi di pazienti ben definiti e ben definiti[10].
  • Apparecchi acustici aggiuntivi - Questi vanno da loop acustici a cercapersone a vibrazione, unità di attivazione visiva, sveglie specializzate e telefoni, di cui Typetalk e Textdirect sono esempi (vedere 'Ulteriori letture e riferimenti', di seguito).
  • Gruppi di supporto - esiste una rete di supporto per pazienti sordi significativa e attiva che i pazienti dovrebbero essere incoraggiati a contattare.

Laddove non esiste un trattamento noto per ripristinare l'udito, gli sforzi dovrebbero essere concentrati sulla massimizzazione dell'udito lasciato e limitando l'impatto psicosociale, attraverso l'accesso ai gruppi di sostegno del paziente (di cui ce ne sono molti - alcuni elencati di seguito in "Ulteriori letture e riferimenti" ) dove sono disponibili numerose informazioni sui social network, consigli pratici di supporto e informazioni sui diritti dei pazienti.

complicazioni

Le complicazioni generali della sordità possono essere fisiche o psicosociali.

Prognosi

Questo dipende dall'eziologia come descritto sopra.

Prevenzione

Questo dipende dalla causa sottostante:

  • Il trauma da rumore è la causa più comune e prevenibile di perdita dell'udito neurosensoriale.
  • Evitare quando possibile altre cause, ad es. Farmaci ototossici.
  • Trattamento precoce ed efficace di altre cause - ad esempio, meningite.
  • Lo screening (in particolare della popolazione anziana) è stato promosso al fine di ottimizzare l'intervento precoce e minimizzare le conseguenze della perdita dell'udito, ma attualmente non ci sono prove sufficienti per i benefici complessivi dello screening[11].

hai trovato questa informazione utile? no

Grazie, abbiamo appena inviato un'email di sondaggio per confermare le tue preferenze.

Ulteriori letture e riferimenti

  • Azione sulla perdita dell'udito

  • Royal Association for Deaf People

  1. Tipi e cause di perdita dell'udito; Azione sulla perdita dell'udito

  2. Fatti e cifre sulla perdita dell'udito e l'acufene; Azione sulla perdita dell'udito

  3. Isaacson J e Vora N; Revisione del medico di famiglia americano: diagnosi differenziale e trattamento della perdita uditiva Am Fam Phys 2003 15 settembre

  4. Otite media con versamento; NICE CKS, marzo 2011 (solo accesso al Regno Unito)

  5. Wei BP, Stathopoulos D, O'Leary S; Steroidi per sordità neurosensoriale improvvisa idiopatica. Cochrane Database Syst Rev. 2013 27 luglio: CD003998. doi: 10.1002 / 14651858.CD003998.pub3.

  6. Schreiber BE, Agrup C, Haskard DO, et al; Ipoacusia neurosensoriale improvvisa. Lancetta. 2010 Apr 3375 (9721): 1203-11.

  7. Perdita dell'udito negli adulti: valutazione e gestione; NICE Guideline (luglio 2018)

  8. Edmiston R, Mitchell C; Perdita dell'udito negli adulti. BMJ. 2013 Apr 25346: f2496. doi: 10.1136 / bmj.f2496.

  9. Apparecchi acustici e come ottenerne uno; ENT UK

  10. Compromissione dell'udito: impianti cocleari; Guida alla valutazione della tecnologia NICE, gennaio 2009

  11. Chou R, Dana T, Bougatsos C, et al; Screening per la perdita dell'udito nell'età adulta di 50 anni e oltre: una revisione delle prove per la task force dei servizi preventivi degli Stati Uniti. Agenzia per la ricerca e la qualità dell'assistenza sanitaria (US) 2011 Mar. Relazione n .: 11-05153-EF-1.

Le ragioni più probabili per il tuo basso desiderio sessuale

Sindrome di Beckwith-Wiedemann