Cosa succede quando hai un aborto?
Caratteristiche

Cosa succede quando hai un aborto?

Autore di Abi Millar Pubblicato su: 11.07 - 24 maggio-18

Recensito da Dr Sarah Jarvis MBE Momento della lettura: 6 minuti letto

Se hai bisogno di abortire, probabilmente hai molto nel tuo piatto.Al di là delle emozioni che potresti provare, ci sono una serie di considerazioni pratiche su cui riflettere, non ultimo il modo in cui organizzi la procedura o ciò che è probabile che implichi.

In effetti, la nostra cultura è talmente intenta a rimettere in discussione i dettagli della legge sull'aborto, che la reale realtà della procedura viene spesso eclissata. Non è raro iniziare il processo sentendosi tristemente disinformato, che può portare con sé un nuovo livello di stress.

Tuttavia, per tutti coloro che escono da questa strada, è fondamentale sapere che non sei solo - e che ci sono molte risorse disponibili per aiutare.

"Molte donne arrivano nella nostra clinica temendo che possano essere giudicate: nulla potrebbe essere più lontano dalla verità", dice Katherine O'Brien, portavoce del British Pregnancy Advisory Service (BPAS). "Lo staff clinico tratta ogni donna con cura e compassione, e nessuna donna dovrebbe provare vergogna per aver vissuto una gravidanza non pianificata o una gravidanza che non sono in grado di continuare".

Infatti, con una donna su tre che sta vivendo un aborto nel corso della sua vita, non c'è alcun motivo per cui la procedura dovrebbe essere avvolta nel mistero. Di seguito, esaminiamo alcune delle cose che puoi aspettarti.

Come organizzare un aborto

Come spiega O'Brien, la maggior parte delle donne nel Regno Unito è in grado di auto-riferirsi direttamente a un fornitore di cure abortive come BPAS o Marie Stopes, ma altre dovranno essere indirizzate dal loro medico di famiglia.

"I fornitori saranno in grado di far loro sapere gli accordi locali in atto nella loro zona e consigliano se hanno bisogno di fissare prima un appuntamento con il loro medico di famiglia", dice. "Oltre il 96% delle donne che vediamo sono state pagate dal NHS per valutare l'ammissibilità, avremo bisogno dell'indirizzo della donna e del nome e dell'indirizzo del suo medico di famiglia".

Una volta arrivato in clinica, avrai una consulenza con un membro dello staff, che si occuperà delle tue particolari circostanze e della tua storia medica prima di discutere le tue opzioni.

"Parleremo con loro dei loro pensieri e sentimenti riguardo alla gravidanza, e questa sessione è interamente focalizzata sui loro bisogni individuali", dice O'Brien. "Se una donna è certa della sua decisione, discuteremo le opzioni di trattamento che sono a sua disposizione."

È importante sottolineare che sei in grado di cambiare idea in qualsiasi momento. Sebbene molte donne e ragazze siano chiare su ciò che vogliono fare, altre parteciperanno prima a più sessioni di counseling (i minori di 16 anni sono tenuti a frequentare il counseling), e circa uno su cinque sceglierà di non procedere al trattamento.

Aborti medici

Esistono due tipi di aborto: medico e chirurgico. La scelta dipenderà da quanto sei lontano dalla gravidanza, dalla tua idoneità medica e, naturalmente, dai tuoi desideri personali. Prima di qualsiasi procedura, ti verrà fornita una valutazione medica completa.

Gli aborti medici (il tipo più comune in questo paese) comportano l'assunzione di due serie di farmaci - il mifepristone e il misoprostolo - per indurre un aborto spontaneo. La prima pillola viene inghiottita con acqua nella clinica. Blocca gli ormoni necessari per la crescita della gravidanza. Dopo aver preso la pillola, puoi lasciare la clinica quando vuoi.

A un certo punto entro i prossimi tre giorni, tornerai per il secondo turno di pillole. Questi vengono posti nella bocca o nella vagina e lasciati sciogliere, e causeranno l'espulsione del corpo della gravidanza. Dopo il ritorno a casa per completare l'aborto, si verificheranno forti emorragie, crampi e coaguli di sangue.

Andrea, che ha subito il suo intervento a Marie Stopes, dice che il farmaco è stato preso a calci in più in fretta.

"Ci sono voluti 30 minuti per lasciare il centro e tornare a casa. Appena ho messo la chiave della porta, ho capito che avevo iniziato a sanguinare", dice. "Per due o tre ore, i crampi erano forti e dolorosi, il mio consiglio per gli altri è quello di fornire sollievo dal dolore di qualità, assicurarti di avere abbastanza tempo per riposare completamente e di essere gentile con te stesso".

Questo tipo di procedura viene solitamente offerto solo se la gravidanza dura fino a nove settimane. Tuttavia, alcuni fornitori di aborti come BPAS offrono induzioni mediche fino a 24 settimane. In questo caso, dovrai rimanere in clinica per il secondo turno di pillole - verranno somministrate come pessari vaginali, inducendo la consegna. Ciò richiede in media circa sei ore e talvolta può comportare un pernottamento.

Aborti chirurgici

In pratica, la maggior parte delle persone oltre le 12 settimane di gestazione optano per un aborto chirurgico. Questa è un'operazione minore, eseguita in clinica, e ce ne sono due tipi: aspirazione o dilatazione ed evacuazione.

Aspirazione a vuoto, che utilizza un'aspirazione delicata per rimuovere la gravidanza, richiede circa 5-10 minuti dall'inizio alla fine, anche se dovresti essere pronto a stare in clinica tutto il giorno. Può essere eseguito in anestesia locale, sedazione cosciente o anestesia generale ed è disponibile fino a 15 settimane.

Tra le 15 e le 24 settimane, ti verrà offerta la dilatazione e l'evacuazione, che usa strumenti e aspirazioni per rimuovere la gravidanza mentre dormi.

"Le donne non sentiranno alcun dolore durante la procedura, che richiede circa 10-20 minuti dall'inizio alla fine", dice O'Brien. "Avrai bisogno della preparazione cervicale il giorno dell'intervento, o il giorno prima."

Dopo la procedura

Dopo che la procedura è finita, probabilmente sperimenterai un po 'di dolore e sanguinamento, che può persistere fino al tuo prossimo ciclo. Eventuali sintomi rimanenti della gravidanza si abbasseranno probabilmente entro pochi giorni.

"La maggior parte delle donne sanguina, in modo simile a un periodo normale, per circa una o due settimane dopo un aborto, ed è meglio usare assorbenti durante questo periodo", dice O'Brien. "I crampi on e off sono normali per circa una settimana dopo un aborto e il dolore dovrebbe essere gestibile con ibuprofene e paracetamolo."

Potresti anche ricevere antibiotici per ridurre al minimo il rischio di infezione, insieme a compresse anti-malattia e forse pillole anticoncezionali. Ricorda - anche se è consigliabile evitare il sesso per due settimane dopo l'aborto, puoi rimanere incinta quasi immediatamente. È altamente improbabile che un aborto possa influire sulla tua futura fertilità.

In questo periodo, potresti passare attraverso tutti i tipi di emozioni - ma qualunque sia la tua sensazione, ci sono sempre posti dove puoi andare per il supporto. Sia Marie Stopes che BPAS offrono una linea post-emergenza 24 ore su 24, 7 giorni su 7, che puoi chiamare se riscontri difficoltà fisiche o emotive.

"Possiamo anche organizzare una consulenza post-aborto in una clinica o al telefono se una donna ritiene che sarebbe utile", aggiunge O'Brien.

Andrea, il cliente di Marie Stopes, dice che dopo il suo intervento si sentiva leggermente "cruda".

"Sono dispiaciuto per il fatto che sono caduto incinta in un momento non adatto per me, ma non vedo l'ora di uno scenario futuro in cui posso fare una scelta diversa e sentirsi felice di farlo. Devo ringraziare tutti per il sincero ringraziamento gentilezza e professionalità mi sono stati concessi ", dice.

Visita i nostri forum

Vai ai forum dei pazienti per cercare supporto e consigli dalla nostra comunità amichevole.

Partecipa alla discussione

Svenimento Collapse

Valutazione del rischio per la salute cardiovascolare