Neoplasia intraepiteliale vulvare
Ginecologica-Cancro

Neoplasia intraepiteliale vulvare

Cancro ginecologico Cancro dell'utero (cancro dell'endometrio) Cancro ovarico Cancro cervicale Cancro Vulval Screening cervicale (smear test) Colposcopia e trattamenti cervicali

La neoplasia intraepiteliale vulvare (VIN) è una condizione della pelle della vulva. Non è un cancro, ma può trasformarsi in cancro se non trattato.

Neoplasia intraepiteliale vulvare

  • Cos'è la neoplasia intraepiteliale vulvare?
  • Che cosa causa la neoplasia intraepiteliale vulvare?
  • Quali sono i sintomi della neoplasia intraepiteliale vulvare?
  • Come viene diagnosticata la neoplasia intraepiteliale vulvare?
  • Quali sono le opzioni di trattamento?
  • Qual è la prospettiva (prognosi)?
  • Può essere prevenuta la neoplasia vaginale intraepiteliale?

Cos'è la neoplasia intraepiteliale vulvare?

La neoplasia intraepiteliale vulvare (VIN) è una malattia della pelle che colpisce la vulva. (Vedere l'opuscolo separato chiamato Cancro ginecologico per ulteriori informazioni su cosa e dove si trova la vulva.) Se si dispone di VIN, le cellule della pelle di una parte o di più parti della vulva diventano anormali e cambiano nel loro aspetto. Si chiama neoplasia intraepiteliale vulvare perché:

  • Vmezzi ulcerari che colpiscono la vulva.
  • ionepepiteliale significa che la condizione è limitata all'interno delle cellule della pelle (l'epitelio è una parola medica per lo strato superiore della pelle).
  • Neoplasia significa crescita anormale o sovraproduzione (proliferazione) delle cellule.

Nota: VIN non è un cancro. La parola neoplasia viene talvolta utilizzata quando si parla di vari tumori, ma la sua definizione rigorosa è una proliferazione anormale di cellule. Con VIN le cellule sono non cancerose.

Tuttavia, nel tempo, le cellule di VIN in alcuni le donne colpite possono diventare cancerose. Quindi, VIN è classificato come una condizione pre-cancerosa. (Questo è simile alle cellule anormali che si trovano in alcune donne dopo lo screening cervicale - precedentemente chiamato test di striscio cervicale.Le cellule anormali che possono essere trovate in questa situazione sono anche di solito precancerose e non in realtà cancerose.)

Esistono due tipi di VIN:

  • VIN, tipo usuale. Questo è più comune nelle donne più giovani (35-49 anni) ed è associato al papillomavirus umano (HPV). Può essere di alta qualità o di bassa qualità.
  • VIN, tipo differenziato. Questo è molto meno comune di VIN, tipo usuale. È più comune nelle donne anziane. Questo tipo non è associato a HPV. È più probabile che si trasformi in cancro.

Che cosa causa la neoplasia intraepiteliale vulvare?

La causa esatta del VIN non è nota. Tuttavia, molti casi sono fortemente legati all'HPV. Esistono oltre 100 diversi tipi (ceppi) di HPV. Due tipi, i tipi 16 e 18, sono particolarmente associati allo sviluppo della maggior parte dei casi di VIN. Questi tipi di virus possono causare cellule anormali o addirittura il cancro nel collo dell'utero (cervice), della vagina, della vulva o del passaggio posteriore (ano).

Nota: alcuni altri tipi di HPV causano verruche e verruche comuni. Questi tipi di HPV sono non associato a VIN.

I tipi di HPV associati a VIN vengono quasi sempre trasmessi facendo sesso con una persona infetta. Un'infezione da uno di questi tipi di HPV solitamente non causa sintomi. Quindi, non puoi dire se sei infetto o se la persona con cui hai rapporti sessuali è infetto, con uno di questi tipi di HPV. In alcune donne, i tipi di HPV associati a VIN influenzano le cellule della vulva. Questo li rende più probabili diventare anormali, che possono in seguito (di solito anni dopo) trasformarsi in VIN.

Nota: L'infezione da HPV è molto comune. Tuttavia, entro due anni, 9 infezioni su 10 con HPV si libereranno completamente dal corpo. Anche se rimane nel corpo, la maggior parte delle persone infette da HPV non sviluppano VIN. Quindi, sebbene la maggior parte dei casi di VIN siano associati all'HPV, la maggior parte delle donne infette da HPV non sviluppa VIN. Il vaccino HPV fornisce protezione contro il VIN di tipo normale.

L'infezione da HPV da sola potrebbe non causare direttamente VIN. È possibile che siano necessari altri fattori oltre all'HPV per causare VIN. Altri fattori che possono avere un ruolo nel causare il VIN includono il fumo e tutto ciò che indebolisce il sistema immunitario.

Il VIN, tipo differenziato, si sviluppa più comunemente nelle donne che hanno un'altra condizione vulvare chiamata lichen sclerosus vulvare.A volte è anche associato a una condizione della pelle chiamata lichen planus. Vedi foglietti separati chiamati Lichen Sclerosus e Lichen Planus.

Una condizione simile a VIN può verificarsi su altre parti vicine del corpo. Quando colpisce la cervice si chiama neoplasia intraepiteliale cervicale (CIN). Questo è molto più comune di VIN, in quanto è ciò che si cerca durante il test di screening cervicale. La neoplasia intraepiteliale vaginale (VAIN) e la neoplasia intraepiteliale anale (AIN) sono rare. Si pensa che la causa della maggior parte dei casi di CIN, VAIN e AIN sia associata all'infezione da HPV. Se hai VIN, hai un rischio superiore alla media di sviluppare anche una di queste altre condizioni correlate.

Quali sono i sintomi della neoplasia intraepiteliale vulvare?

A volte non ci sono sintomi evidenti, in particolare quando si sviluppa per la prima volta. Quindi, a meno che tu non guardi realmente la tua vulva, potresti non sapere che VIN ha sviluppato. Tuttavia, i sintomi alla fine si sviluppano di solito. Un prurito persistente nella vulva è il sintomo più comune. Il prurito potrebbe diventare grave. Altri sintomi che possono svilupparsi includono dolore, bruciore o formicolio nella vulva. Fare sesso può essere doloroso.

Il VIN di solito causa anche un cambiamento nell'aspetto della parte interessata o delle parti della vulva. Questi includono aree di arrossamento o aree bianche della pelle. A volte aree colpite della vulva sviluppano aree di pelle sollevate.

Quindi, in breve, consultare un medico se si hanno sintomi vaginali persistenti o si notano cambiamenti nella pelle o nelle strutture della vulva. Alcuni dei suddetti sintomi e segni possono essere causati da varie altre condizioni. Il medico sarà in grado di esaminarti e valutarti. Se il medico sospetta VIN, lui o lei farà riferimento a uno specialista.

Come viene diagnosticata la neoplasia intraepiteliale vulvare?

La diagnosi può essere confermata da una biopsia della zona interessata. Una biopsia significa che un piccolo campione di pelle vulveale viene preso in esame in laboratorio. La biopsia viene solitamente eseguita dopo aver usato l'anestetico locale per intorpidire l'area da campionare. Le cellule nella biopsia vengono esaminate al microscopio per cercare le tipiche cellule del VIN.

Quali sono le opzioni di trattamento?

Lo scopo del trattamento è rimuovere o distruggere tutto il tessuto interessato. Ci sono varie opzioni di trattamento. Il vostro specialista consiglierà i pro e i contro delle diverse opzioni.

Il trattamento per VIN dipende da dove si trova la malattia, da quanto è grande un'area e dai sintomi che sta causando. Alcune donne con VIN non hanno alcun trattamento e sono tenute sotto costante controllo dal loro specialista. Questo può essere raccomandato se hai vaste aree di VIN e non hai sintomi.

Le opzioni di trattamento includono quanto segue:

Chirurgia

In molti casi, il trattamento consiste nel rimuovere l'area o le aree interessate da un'operazione. Il tipo di intervento chirurgico dipende dall'entità del VIN. Raramente, se l'area interessata dal VIN è estesa, l'intera vulva viene rimossa (vulvectomia). Se necessario, potrebbe essere necessario un innesto cutaneo (pelle prelevata da un altro sito nel corpo).

Altri trattamenti

Imiquimod è una medicina che viene come una crema. Si strofina sulle aree interessate (applicarle localmente) ogni giorno per diverse settimane. È usato per alcune donne come alternativa alla chirurgia o anche dopo l'intervento chirurgico.

I trattamenti di ablazione sono alternativi alla chirurgia. Ablazione significa distruggere l'area interessata. Può essere fatto usando un raggio ad alta energia (laser) o una piccola corrente elettrica passata attraverso una sonda (diatermia).

La terapia fotodinamica (PDT) è un altro trattamento che viene occasionalmente utilizzato. Per questo trattamento, un farmaco viene applicato localmente alla vulva o somministrato come iniezione nel flusso sanguigno. Il farmaco è assorbito dalle cellule anormali ed è sensibile alla luce. Alcune ore più tardi, una luce laser fredda viene riflessa dalle cellule anormali. Questo attiva il farmaco sensibile alla luce, che ha l'effetto di distruggere le cellule anormali.

I vantaggi di PDT e imiquimod (e farmaci simili) sono che, se funzionano, non vi è alcun cambiamento nell'aspetto della vulva come si avrebbe dopo l'intervento chirurgico.

In alcuni casi, la condizione può essere semplicemente monitorata, poiché a volte si risolve da sola senza bisogno di cure. Il tuo specialista ti consiglierà il trattamento migliore per te.

Trattamenti lenitivi

I trattamenti di cui sopra mirano a curare la condizione. Tuttavia, nel frattempo, puoi beneficiare di trattamenti lenitivi. Ad esempio, in attesa dei risultati dei campioni prelevati (biopsie) o in attesa di trattamento. Questi possono aiutare ad alleviare qualsiasi prurito o disagio, ma non curare la condizione. Il medico può consigliarti di usare una crema blanda lenitiva sulla tua vulva. A volte viene utilizzata una crema steroidea che ha lo scopo di alleviare qualsiasi infiammazione o prurito. A volte un unguento anestetico locale può essere consigliato per alleviare il dolore.

È anche meglio evitare l'uso di saponi, deodoranti, ecc. Sulla pelle vulvare in quanto possono essere irritanti. Per lavare la tua vulva puoi usare un blando idratante come unguento emulsionante invece del sapone. È inoltre possibile utilizzare la crema idratante per lenire l'area tutte le volte necessarie.

Qual è la prospettiva (prognosi)?

Tutti i trattamenti di cui sopra hanno una buona possibilità di svuotare VIN.

Tuttavia, con qualsiasi trattamento, anche quando ha successo, c'è una buona probabilità che il VIN ritornerà in futuro. Questo è il motivo per cui, se hai VIN, dovresti avere regolari valutazioni di follow-up con un medico, anche quando il trattamento ha avuto successo. Questo è in genere un appuntamento di revisione ogni 6-12 mesi. Tuttavia, se si notano sintomi o cambiamenti nella vulva tra appuntamenti di follow-up, consultare immediatamente il medico. Non aspettare il prossimo appuntamento di routine.

La ricerca continua a determinare quale trattamento è suscettibile di dare la migliore possibilità di cura e la minima possibilità che la condizione ritorni.

Può essere prevenuta la neoplasia vaginale intraepiteliale?

Il vaccino HPV è stato introdotto per le ragazze a partire dai 12 anni nel Regno Unito. Gli studi hanno dimostrato che il vaccino HPV di solito funziona molto bene per prevenire l'infezione da HPV. Come discusso in precedenza, l'infezione da HPV è un fattore importante nello sviluppo di VIN. Il vaccino ha dimostrato di funzionare meglio per le persone a cui viene somministrato il vaccino quando sono più giovani, prima che siano sessualmente attive, rispetto a quando viene somministrato agli adulti.

È probabile che il numero di casi di VIN diminuirà notevolmente nel momento in cui le ragazze vaccinate oggi raggiungono l'età adulta.

Fumo e VIN

Si ritiene che le sostanze chimiche dannose dal fumo di sigaretta possano concentrarsi nella pelle della vulva e del collo dell'utero (cervice). Questo può aumentare il rischio di sviluppare VIN e disturbi correlati. Se fumi, rinunciare riduce le tue possibilità di sviluppare VIN. Se sei stato trattato per VIN e fumi, smettere di fumare può ridurre il rischio di VIN di tornare in futuro.

Prurito Vulva prurito