Trombosi venosa profonda
Allergie-Sangue - Del Sistema Immunitario

Trombosi venosa profonda

Prevenire la TVP quando si viaggia

Una trombosi venosa profonda (TVP) è un coagulo di sangue in una vena. I coaguli di sangue nelle vene si verificano più spesso nelle gambe, ma possono verificarsi in altre parti del corpo, comprese le braccia. Questo opuscolo riguarda i coaguli di sangue nelle vene delle gambe.

La causa più comune di un coagulo di sangue che si sviluppa in una vena è l'immobilità. In alcuni casi può verificarsi una complicazione in cui parte del coagulo di sangue si spezza e viaggia verso i polmoni (embolia polmonare). Questo di solito viene prevenuto se le viene somministrato un trattamento anticoagulante.

Trombosi venosa profonda

  • Cos'è una trombosi venosa profonda?
  • Cos'è il tromboembolismo venoso?
  • Perché i coaguli di sangue si formano nelle vene delle gambe?
  • Quanto è comune una trombosi venosa profonda?
  • Quali sono i sintomi di una trombosi venosa profonda?
  • Ho bisogno di test?
  • Una trombosi venosa profonda è seria?
  • Quali sono gli obiettivi del trattamento per una trombosi venosa profonda?
  • Quali sono i trattamenti per una trombosi venosa profonda?
  • Prevenire una prima, o ripetizione di trombosi venosa profonda
  • In sintesi

Cos'è una trombosi venosa profonda?

Cos'è la trombosi venosa profonda?

Una trombosi venosa profonda (TVP) è un coagulo di sangue che si sviluppa in una delle tue vene profonde. Di solito si verifica nella gamba e rende quella gamba molto dolorosa e gonfia. Il coagulo può viaggiare fino ai polmoni per causare un embolo polmonare.

Diagramma della gamba che mostra le vene e una trombosi venosa profonda

Le vene delle gambe profonde sono le vene più grandi che attraversano i muscoli del polpaccio e delle cosce. Non sono le vene che puoi vedere appena sotto la pelle; né sono uguali alle vene varicose. Quando si ha una TVP, il flusso sanguigno nella vena viene parzialmente o completamente bloccato dal coagulo di sangue.

Una vena di vitello è il sito comune per una TVP. Una vena della coscia è meno colpita. Raramente, altre vene profonde del corpo possono essere bloccate da coaguli di sangue.

Una TVP fa parte di un gruppo di problemi noti come tromboembolismo venoso.

Cos'è il tromboembolismo venoso?

Venoso significa relativo alle vene. UN trombosi è un blocco di un vaso sanguigno da un coagulo di sangue (a trombo). Embolia si verifica quando il trombo si sposta da dove si è formato e viaggia nel sangue. Diventa quindi bloccato in un vaso sanguigno più stretto, in altre parti del corpo. Il trombo viene quindi chiamato an embolo.

UN embolia polmonare si verifica quando un trombo si è staccato da una TVP e si blocca in uno dei vasi sanguigni del polmone. Anche gli emboli polmonari (plurale di 'embolus') fanno parte del tromboembolismo venoso. Vedere l'opuscolo separato chiamato Embolia polmonare per maggiori dettagli.

Perché i coaguli di sangue si formano nelle vene delle gambe?

Il sangue scorre normalmente attraverso le vene e di solito non diventa solido (coagulo). Il flusso sanguigno nelle vene delle gambe viene aiutato dai movimenti delle gambe, perché l'azione dei muscoli spreme le vene. A volte un DVT si verifica senza una ragione apparente. Tuttavia, i seguenti aumentano il rischio di avere una TVP:

  • Immobilità che fa rallentare il flusso sanguigno nelle vene. È più probabile che il sangue a flusso lento coaguli rispetto al sangue normale:
    • Un'operazione chirurgica in cui si dorme per oltre 1-1,5 ore è la causa più comune di un DVT. Le tue gambe sono immobili quando sei sotto anestesia, perché i muscoli del tuo corpo sono temporaneamente paralizzati. Il flusso sanguigno nelle vene delle gambe può diventare molto lento, rendendo più probabile la formazione di un coagulo. Alcuni tipi di interventi chirurgici (in particolare le operazioni sul bacino o sulle gambe) aumentano ulteriormente il rischio di TVP.
    • Qualsiasi malattia o lesione che causi immobilità aumenta il rischio. Questo include avere una gamba in un gesso duro dopo una frattura. Le persone ammesse alle unità di terapia intensiva sono a maggior rischio di TVP. Ciò è dovuto a una serie di motivi, ma in parte perché sono molto malati e anche perché sono immobili (possono persino essere tenuti addormentati da farmaci anestetici).
    • Viaggi lunghi in aereo, treno o pullman / auto può causare un rischio leggermente aumentato. Questo perché sei quasi sempre seduto e non ti muovi molto.
  • Danni al rivestimento interno della vena aumenta il rischio di formazione di coaguli di sangue. Ad esempio, un DVT può danneggiare il rivestimento della vena. Quindi, se si dispone di un DVT, si ha un maggiore rischio di avere un altro in futuro. Alcune condizioni, come l'infiammazione della parete venosa (vasculite) e alcuni farmaci (ad esempio alcuni farmaci chemioterapici), possono danneggiare la vena e aumentare il rischio di avere una TVP. Il danno alla vena può anche verificarsi con lesioni alla vena causate da un ago.Questo potrebbe accadere dopo il trattamento con una flebo in ospedale (dove un tubo viene inserito in una vena per ottenere liquidi dentro di te). I tossicodipendenti che iniettano droghe, come l'eroina, possono anche danneggiare le loro vene, rendendo i DVT più comuni. Questo è particolarmente vero se iniettano droghe illegali nella loro gamba o inguine.
  • Condizioni che fanno sì che il sangue si coaguli più facilmente del normale (trombofilia) può aumentare il rischio. Alcune condizioni possono causare la coagulazione del sangue più facilmente del solito. Gli esempi includono la sindrome nefrosica e la sindrome antifosfolipidica. Vedere gli opuscoli separati chiamati sindrome nefrotica, sindrome antifosfolipidica e trombofilia per maggiori dettagli. Alcune rare condizioni ereditarie possono anche causare la coagulazione del sangue più facilmente del normale. Un esempio di una malattia del sangue ereditaria che può causare TVP è la mutazione del fattore V di Leiden. Sei più a rischio di un DVT se hai una storia familiare di TVP, cioè un parente stretto che ne ha avuto uno.
  • Le pillole, i cerotti e gli anelli contraccettivi e la terapia ormonale sostitutiva (HRT) che contengono estrogeni possono causare una coagulazione del sangue leggermente più facile. Le donne che assumono la pillola contraccettiva orale combinata (COC) o la TOS hanno un lieve aumento del rischio di TVP.
  • Persone con cancro o insufficienza cardiaca avere un rischio maggiore A volte una TVP avviene in una persona a cui non è stato ancora diagnosticato un cancro. Le indagini che cercano la causa di una TVP possono mostrare che il cancro è la causa sottostante.
  • Anziani (oltre i 60 anni) hanno maggiori probabilità di avere una TVP, soprattutto se si ha scarsa mobilità o si ha una malattia grave come il cancro.
  • Gravidanza aumenta il rischio. Circa 1 su 1.000 donne in gravidanza hanno una TVP mentre sono in stato di gravidanza o entro circa sei mesi dopo il parto.
  • Obesità aumenta anche il rischio. Se il tuo indice di massa corporea (BMI) è superiore a 30 kg / m2, sei più a rischio di TVP.
  • Mancanza di liquidi nel corpo (disidratazione) può rendere più probabile che si verifichi un DVT. In effetti, il sangue diventa più appiccicoso e soggetto a coaguli.

Quanto è comune una trombosi venosa profonda?

Si stima che circa 1 persona su 1.000 abbia una TVP ogni anno nel Regno Unito.

Quali sono i sintomi di una trombosi venosa profonda?

Un DVT si sviluppa più comunemente in una vena profonda sotto il ginocchio nel polpaccio. I sintomi tipici della TVP includono:

  • Dolore e tenerezza del vitello.
  • Gonfiore del polpaccio.
  • Cambiamenti di colore e temperatura del vitello. Il sangue che normalmente passa attraverso la vena bloccata viene deviato verso le vene esterne. Il vitello può quindi diventare caldo e rosso.

A volte non ci sono sintomi e una TVP viene diagnosticata solo se si verifica una complicazione, come un embolo polmonare (PE) - vedi sotto.

Ho bisogno di test?

A volte è difficile per un medico essere sicuro della diagnosi solo dai sintomi, poiché ci sono altre cause di un vitello doloroso e gonfio. Esempi di condizioni che possono causare simile i sintomi sono tensioni muscolari o infezioni della pelle (cellulite). Il tuo medico potrebbe calcolare qualcosa chiamato Punteggio di Wells per calcolare la probabilità che tu abbia una TVP. Consiste nell'osservare i sintomi e i fattori di rischio per una TVP.

Se si sospetta una TVP, normalmente si consiglia di eseguire test urgenti per confermare o escludere la diagnosi. Due test comunemente usati sono:

  • Esame del sangue D-dimero. Questo rileva frammenti di prodotti di decomposizione di un coagulo di sangue. Più alto è il livello, maggiore è la probabilità di avere un coagulo di sangue in una vena. Sfortunatamente, il test può essere positivo in una serie di altre situazioni, ad esempio se hai avuto un intervento chirurgico recente o se sei incinta. Un test positivo, quindi, non diagnostica una TVP. Tuttavia, il test può indicare la probabilità di avere un coagulo di sangue (il coagulo può essere un DVT o un PE) e può aiutare a decidere se sono necessari ulteriori test.
  • Un tipo speciale di ultrasuoni chiamato Doppler duplex è usato per mostrare il flusso di sangue nelle vene delle gambe e qualsiasi blocco al flusso sanguigno. L'ecografia è utile perché è un test facile e non invasivo.

A volte questi test non sono conclusivi e sono necessari test più dettagliati. La venografia a contrasto è un altro test che può essere fatto. In questo test viene iniettata una tintura nelle vene delle gambe. I test a raggi X possono quindi rilevare il colorante che si vede non fluire se una vena è ostruita da un coagulo. Scansioni di tomografia computerizzata (TC) e di risonanza magnetica (MRI) sono anche occasionalmente necessarie.

A volte, specialmente se c'è un ritardo nell'ottenere una scansione, le si possono fare iniezioni giornaliere per assottigliare il sangue. Questo, in effetti, ti tratta come se avessi un DVT, anche se non è stato provato. Questo è più sicuro che non fare nulla mentre si attende una scansione.

Una trombosi venosa profonda è seria?

Può essere. Quando un coagulo di sangue si forma in una vena della gamba, di solito rimane attaccato alla parete della vena. I sintomi tendono a stabilizzarsi gradualmente. Tuttavia, ci sono due principali complicazioni possibili:

  • Un coagulo di sangue che viaggia ai polmoni (embolia polmonare).
  • Sintomi persistenti del polpaccio (sindrome post-trombotica).

Embolia polmonare (PE)

In un piccolo numero di persone che hanno una TVP, una parte del coagulo di sangue si interrompe. Questo viaggia nel flusso sanguigno ed è chiamato un embolo. Un embolo viaggerà nel sangue fino a quando non si bloccherà. Un embolo che proviene da un coagulo in una vena delle gambe verrà trasportato su una gamba più grande e le vene del corpo verso il cuore, attraverso le grandi camere cardiache, ma resteranno bloccate in un vaso sanguigno diretto a un polmone. Questo è chiamato a embolia polmonare.

DVTs e PEs sono noti collettivamente come tromboembolismo venoso.

Un piccolo PE non può causare alcun sintomo. Una PE di media dimensione può causare problemi respiratori e dolore al petto. Un PE di grandi dimensioni può causare collasso e morte improvvisa. Si stima che se le persone con TVP non vengono curate, circa la metà di loro svilupperebbe un PE abbastanza grande da causare sintomi o morte.

Sindrome post-trombotica

Senza trattamento, fino a 4 persone su 10 che hanno una TVP sviluppano sintomi a lungo termine nel polpaccio. Questo è chiamato sindrome post-trombotica. I sintomi si verificano perché l'aumento del flusso e della pressione del sangue deviato in altre vene possono influenzare i tessuti del polpaccio. I sintomi possono variare da lievi a gravi e comprendono dolore al polpaccio, disagio, gonfiore ed eruzioni cutanee. Un'ulcera sulla pelle del polpaccio può svilupparsi nei casi più gravi.

La sindrome post-trombotica è più probabile che si verifichi se la TVP si verifica in una vena della coscia o si estende in una vena della coscia da una vena di vitello. È anche più comune nelle persone in sovrappeso e in quelle che hanno avuto più di una TVP nella stessa gamba.

Quali sono gli obiettivi del trattamento per una trombosi venosa profonda?

Gli scopi del trattamento sono:

  • Per evitare che il coagulo diffonda la vena e si ingrandisca. Ciò potrebbe impedire la rottura di un grande embolo e il viaggio verso i polmoni (PE).
  • Ridurre il rischio di sviluppo di sindrome post-trombotica.
  • Per ridurre il rischio di ulcere venose nella gamba in futuro. Questo può accadere a persone che hanno sviluppato la sindrome post-trombotica.
  • Per ridurre il rischio di ulteriori TVP in futuro.

Quali sono i trattamenti per una trombosi venosa profonda?

Anticoagulazione: impedisce al coagulo di ingrandirsi

L'anticoagulazione viene spesso chiamata diradamento del sangue. Le medicine che funzionano in questo modo sono chiamate anticoagulanti. Tuttavia, in realtà non assottigliano il sangue. Alterano alcune sostanze chimiche nel sangue per fermare la formazione di coaguli così facilmente. Gli anticoagulanti non sciolgono il coagulo. L'anticoagulazione impedisce a un TVP di ingrandirsi e impedisce la formazione di nuovi coaguli. I meccanismi di guarigione del corpo possono quindi arrivare a lavorare per spezzare il coagulo.

Se si dispone di una TVP, di solito è necessario un farmaco anticoagulante per almeno tre mesi. Tuttavia, le compresse utilizzate potrebbero impiegare alcuni giorni per iniziare a funzionare correttamente, quindi normalmente si eseguono alcune iniezioni ad azione rapida per i primi giorni fino a quando le compresse funzionano correttamente. Un embolia grave è rara se si inizia un trattamento anticoagulante subito dopo una TVP.

Le iniezioni utilizzate sono di solito somministrate appena sotto la pelle (per via sottocutanea). Quelli usati sono:

  • Uno di un numero di iniezioni di eparina - dalteparina, enoxaparina o tinzaparina.
  • Sodio di Fondaparinux.

Una volta confermata la TVP, verrà avviato anche un tablet anticoagulante. Ci sono un certo numero di opzioni:

  • warfarin è stato il solito anticoagulante per molti anni. L'obiettivo è quello di ottenere la dose di warfarin giusto in modo che il sangue non si coaguli facilmente, ma non troppo, il che può causare problemi di sanguinamento. Avrai bisogno di esami del sangue regolari (chiamati INR) mentre prendi warfarin. L'INR (che sta per International Normalized Ratio) è un esame del sangue che misura la tua capacità di coagulazione del sangue. Hai bisogno di test abbastanza spesso all'inizio ma poi meno frequentemente una volta trovata la dose corretta. Un INR di 2.5 è l'obiettivo se si dispone di warfarin per un DVT, anche se ovunque nel range 2-3 è OK. Se hai avuto DVT ricorrenti, o hai avuto un PE durante il warfarin, potresti aver bisogno di un INR più alto (anche il sangue "più sottile"). Recentemente, sono state rese disponibili alcune alternative al warfarin, che non necessitano di esami del sangue periodici.
  • Rivaroxaban, apixaban, edoxaban e dabigatran sono nuovi farmaci anticoagulanti. Non è necessario sottoporsi regolarmente a esami del sangue per monitorare la coagulazione del sangue. Questo è un vantaggio rispetto a warfarin. Tuttavia, non esiste un antidoto (come nel caso del warfarin) per impedirti di sanguinare troppo facilmente. Queste nuove compresse non sono adatte a tutti.

In caso di gravidanza, si possono usare iniezioni regolari di eparina piuttosto che compresse anticoagulanti. Questo perché i farmaci anticoagulanti possono potenzialmente causare danni (difetti alla nascita) al nascituro.

Il periodo di tempo in cui vi verrà consigliato di prendere l'anticoagulante dipende da vari fattori. Se hai una TVP durante la gravidanza o dopo un'operazione, dopo il parto o quando sei di nuovo in forma, il rischio aumentato è molto ridotto. Quindi, la terapia anticoagulante può essere solo per pochi mesi. D'altra parte, alcune persone continuano ad avere un aumentato rischio di avere una TVP. In questo caso, la terapia anticoagulante può essere a lungo termine.

Come guida, per una TVP che avviene sotto il ginocchio, sono necessari almeno tre mesi di terapia anticoagulante. Alcune persone a più alto rischio di un'altra TVP potrebbero aver bisogno di più tempo. Il periodo di tempo della terapia anticoagulante varia da persona a persona. Il vostro medico o la clinica anticoagulante vi consiglierà per quanto tempo il trattamento sarà per.

Calze a compressione

La maggior parte delle persone che sviluppano una TVP è consigliabile indossare calze a compressione. Le calze compressive sono anche conosciute come calze a compressione o calze per deterrenza tromboembolica ("TED"). Questo trattamento ha dimostrato di ridurre il rischio di sviluppare un'altra TVP e può anche ridurre il rischio di sviluppare la sindrome post-trombotica. Dovresti indossare le calze ogni giorno, per almeno due anni. Se sviluppa una sindrome post-trombotica, può essere consigliato di indossare le calze per più di due anni.

Le calze funzionano applicando una pressione dall'esterno delle vene. Questo aiuta a spremere il sangue nelle vene alle gambe. Questo rende quindi la pressione all'interno delle vene meno. A sua volta ciò previene la fuoriuscita di sangue nei tessuti circostanti.

Prima che le calze compressive siano consigliate, è necessario sottoporsi a un test per verificare che la circolazione attraverso le arterie delle gambe sia normale. Questo di solito è fatto da un'infermiera, con una macchina portatile chiamata Doppler. Questo misura la pressione nelle tue arterie.

Le calze a compressione sono disponibili in materiale leggero, medio o resistente (classe 1, 2 o 3) e sono indossate sotto il ginocchio. La maggior parte delle persone può tollerare la classe 2. Se la classe 2 è troppo scomoda o difficile, la classe 1 è prescritta. Se le calze di classe 2 non funzionano, potrebbe essere necessario provare la classe 3, sebbene molte persone le trovino difficili da indossare per un certo periodo di tempo. Questi possono essere prescritti dal medico e ottenuti dal farmacista. Alle persone spesso non piace indossare queste calze, perché sono scomode o difficili da indossare o non sembrano molto belle. Ma aiutano davvero la circolazione e possono prevenire gravi problemi come le ulcere.

Ulteriori suggerimenti sulle calze di supporto

  • Sono disponibili in diversi colori, quindi chiedi quello che ti si addice meglio. In questo modo, è più probabile che tu li usi.
  • Dovrebbero essere rimossi prima di coricarsi e indossare la prima cosa al mattino. È importante indossarli prima che le gambe inizino a gonfiarsi al mattino.
  • Ci sono opzioni di punta aperte o chiuse. Le calze aperte possono essere utili se:
    • Hai dolenti dita dei piedi a causa di artrite o infezione.
    • Hai grandi piedi.
    • Vuoi indossare calze sopra le tue calze di supporto.
    • Li preferisci.
  • Le calze devono essere sostituite ogni 3-6 mesi. Ogni volta che dovresti essere misurato di nuovo, nel caso in cui la dimensione debba essere cambiata.
  • Dovresti sempre avere almeno due paia prescritte in modo che una coppia possa essere lavata e asciugata mentre l'altra è consumata.
  • Non asciugare le calze di supporto asciutto, in quanto ciò potrebbe danneggiare l'elastico.
  • Possono essere realizzati su misura se nessuna delle misure standard è adatta a te. Questo può ancora essere fatto con una prescrizione.
  • Sono disponibili strumenti di supporto per gli applicatori di stoccaggio se non si è in grado di indossarli. Puoi discuterne con il tuo farmacista o infermiera.

Camminare regolarmente ma sollevare la gamba mentre si riposa

  • A meno che il medico non si opponga a ciò, dovresti camminare regolarmente dopo essere stato dimesso dall'ospedale. Si ritiene che la camminata favorisca la circolazione nella gamba interessata e possa aiutare a ridurre il rischio di ulteriori TVP.
  • Quando stai riposando, il più possibile, alza la gamba. Questo riduce la pressione nelle vene del polpaccio e aiuta a prevenire la fuoriuscita di sangue e liquidi nei polpacci. Sollevato significa che il tuo piede è più alto del tuo anca, quindi la gravità aiuta a far tornare il flusso sanguigno dal polpaccio. Il modo più semplice per alzare la gamba è reclinare su un divano con la gamba su un cuscino. Seduti sul divano o su una sedia, con i piedi su uno sgabello o un pouf, non stai alzando i piedi: i piedi sono ben al di sotto dei tuoi fianchi in questa posizione.
  • Alza il piede del letto di qualche centimetro se è comodo dormire così. In questo modo il tuo piede e il tuo polpaccio sono leggermente più alti dell'anca quando dormi.

Altri trattamenti

A volte altri trattamenti possono essere considerati - per esempio:

  • Terapia antiombotica (trombolitica) con farmaci come streptochinasi o urochinasi. Questi possono aiutare a dissolvere un coagulo di sangue. Il medicinale viene somministrato direttamente nella vena e talvolta direttamente al coagulo con un tubo (catetere). Gli studi riportano questo risultato in meno persone che sviluppano la sindrome post-trombotica. Non è ancora noto se rende le persone meno probabilità di avere un PE o un altro DVT.
  • A volte viene eseguita un'operazione (chiamata embolectomia) per rimuovere un coagulo di sangue dalla vena delle gambe o dall'arteria polmonare. Queste operazioni non sono di routine e non è chiaro se sono un trattamento efficace nella maggior parte dei casi.
  • Occasionalmente, viene eseguita un'operazione per posizionare un filtro nella grande vena sopra la vena delle gambe bloccata. L'obiettivo è quello di impedire a qualsiasi coagulo di sangue di viaggiare fino ai polmoni. Questo può essere considerato se l'anticoagulante non può essere somministrato (per vari motivi), o se l'anticoagulazione non riesce a prevenire la rottura dei coaguli e il viaggio nelle vene più grandi e fino ai polmoni.

Prevenire una prima, o ripetizione di trombosi venosa profonda

Un DVT è spesso solo un evento una tantum dopo un'operazione importante.

Tuttavia, alcune persone che sviluppano una TVP hanno un rischio continuo di un'ulteriore TVP, ad esempio, se si ha un problema di coagulazione del sangue o una immobilità continuata. Come accennato in precedenza, si può consigliare di prendere farmaci anticoagulanti a lungo termine. Il tuo medico ti consiglierà su questo.

Altre cose che possono aiutare a prevenire un DVT prima o ricorrente includono quanto segue:

  • Se possibile, evitare lunghi periodi di immobilità, come stare seduti su una sedia per molte ore. Se sei in grado, alzati e vai in giro di tanto in tanto. Una passeggiata veloce ogni giorno per 30-60 minuti è ancora meglio se puoi farlo. Lo scopo è quello di fermare la circolazione del sangue e di far muovere la circolazione delle gambe. Aiuta anche l'esercizio regolare dei muscoli del polpaccio. Puoi fare degli esercizi per i polpacci anche quando sei seduto.
  • Le operazioni principali sono un rischio per una TVP, in particolare per le operazioni a livello dell'anca, della pancia inferiore (addome) e della gamba. Esistono numerosi metodi per ridurre questo rischio:
    • Per aiutare a prevenire una TVP, potrebbe essere somministrato un anticoagulante come l'iniezione di eparina appena prima di un'operazione. Questo è chiamato profilassi. Enoxaparina e dalteparina sono i tipi più comuni di eparina somministrati per la profilassi contro i coaguli di sangue. La nuova medicina, il sodio fondaparinux, può anche essere somministrata per iniezione in alcune circostanze per prevenire la TVP in pazienti chirurgici o pazienti medici immobili in ospedale.
    • I nuovi farmaci anticoagulanti discussi sopra possono essere utilizzati per prevenire la TVP o l'EP dopo chirurgia sostitutiva dell'anca o del ginocchio. Rivaroxaban, apixaban e dabigatran sono usati in queste situazioni e possono essere somministrati per via orale come compressa, piuttosto che per iniezione.
    • Può anche essere usato un manicotto gonfiabile collegato a una pompa per comprimere le gambe durante un lungo funzionamento.
    • Potresti anche indossare calze a compressione da indossare mentre sei in ospedale.
    • È ormai prassi comune alzarsi e camminare il prima possibile dopo un'operazione.
  • Quando viaggi in aereo lungo, in treno, in auto o in pullman, dovresti fare piccole passeggiate su e giù per il corridoio ogni tanto. Cerca di esercitare i muscoli del polpaccio mentre sei seduto al tuo posto. (Puoi farlo circondando le caviglie, entrando in punta di piedi e sollevando le dita dei piedi dal pavimento mantenendo i talloni a terra.) Dovresti mirare a rimanere ben idratato ed evitare l'alcol e i farmaci per dormire. Vedere l'opuscolo separato intitolato Prevenire la TVP quando si viaggia per maggiori dettagli. Se hai avuto una TVP precedente, dovresti consultare il medico prima di viaggiare su un lungo viaggio o volare.
  • Le persone in sovrappeso hanno un aumentato rischio di TVP. Pertanto, per ridurre il rischio, si dovrebbe cercare di perdere peso.

Ridurre il rischio di avere una TVP in ospedale

È aumentata la consapevolezza che i pazienti in ospedale sono a rischio di TVP. Ciò ha portato a raccomandazioni del National Institute for Health and Care Excellence (NICE) sulla riduzione del rischio di avere una TVP in ospedale - vedere Ulteriori letture sotto. Lo scopo della linea guida è quello di proteggere le persone in ospedale da coaguli di sangue, assicurandosi che:

  • Tutti hanno il rischio di controllare i coaguli di sangue quando sono ricoverati in ospedale (comprese le unità di salute mentale), qualunque sia il tipo di trattamento che stanno avendo.
  • Il controllo del rischio di ciascuna persona viene utilizzato per decidere se necessitano di un trattamento per prevenire la formazione di coaguli - ad esempio farmaci che fluidificano il sangue, calze compressive o pompe a pedale.
  • Se le persone hanno bisogno di medicine che fluidificano il sangue per fermare i coaguli, hanno prima il rischio di sanguinamento controllato.
  • Il personale spiega quanto sia importante per le persone attenersi ai loro trattamenti dopo aver lasciato l'ospedale, perché un coagulo di sangue può svilupparsi settimane dopo.

In sintesi

  • La causa principale della TVP è l'immobilità, specialmente durante o dopo l'intervento chirurgico.
  • Se si esegue un intervento chirurgico maggiore, di solito viene somministrato un farmaco con iniezioni e / o compresse, per prevenire la formazione di coaguli di sangue. Questo è chiamato tromboprofilassi.
  • La complicanza più grave della TVP è un PE, dove parte del coagulo di sangue si stacca e viaggia verso il polmone. I PE possono causare la morte.
  • Sintomi persistenti del polpaccio possono verificarsi dopo una TVP.
  • Con il trattamento, il rischio di queste due complicanze è molto ridotto.
  • Il trattamento comprende farmaci anticoagulanti, calze a compressione, elevazione della gamba in posizione seduta e mantenimento attivo.
  • La prevenzione è importante se si ha un aumentato rischio di TVP, ad esempio durante operazioni lunghe o quando si viaggia per lunghi viaggi.

Svenimento Collapse

Valutazione del rischio per la salute cardiovascolare