Sindrome di Brown-Séquard

Sindrome di Brown-Séquard

Questo articolo è per Professionisti medici

Gli articoli di riferimento professionale sono progettati per l'uso da parte di professionisti della salute. Sono scritti da medici del Regno Unito e basati su prove di ricerca, linee guida britanniche ed europee. Potresti trovare uno dei nostri articoli sulla salute più utile.

Sindrome di Brown-Séquard

  • fisiopatologia
  • Eziologia
  • Presentazione
  • Diagnosi differenziale
  • indagini
  • Gestione
  • complicazioni
  • Prognosi
  • Nota storica

La sindrome di Brown-Séquard risulta da una lesione in una metà (laterale) del midollo spinale (per esempio, emisezione o lesione laterale del midollo). Si verifica spesso nella regione del midollo cervicale. Fu descritto per la prima volta nel 1840 dal dott. Charles-Édouard Brown-Séquard (1817-94).[1]

La sindrome è rara e comprende emiplegia omolaterale con dolore controlaterale e deficit di sensazioni termiche (a causa dell'incrocio delle fibre del tratto spinotalamico).

fisiopatologia

Raramente si vede la sindrome di Brown-Séquard che riflette la emisezione della corda. Tuttavia, un quadro clinico con alcune delle caratteristiche della sindrome è più comune. La sindrome di emisezione può anche verificarsi con sintomi e segni aggiuntivi. L'interruzione dei tratti corticospinali laterali, il tratto spinotalamico laterale e occasionalmente le colonne posteriori causa clinicamente una gamba debole spastica con riflessi vivaci e una gamba forte con perdita di dolore e sensazione di temperatura. La spasticità e i riflessi iperattivi potrebbero non essere presenti con una lesione acuta.

Eziologia

Le cause di questa sindrome sono:

  • Più comunemente, trauma (penetrante o smussato).[2]
  • Neoplasia (tumore del midollo spinale - metastatico o primario).
  • Sclerosi multipla.
  • Degenerativo (come ernia dei dischi e spondilosi cervicale).[3, 4]
  • Cisti e malattie cistiche.[5]
  • Ernia del midollo spinale idiopatico.[6] (L'ernia del midollo spinale può verificarsi anche dopo un trauma.)[7]
  • Cause vascolari:
    • Emorragia (incluso subdurale spinale / epidurale ed ematomielia).
    • Ischemia.
  • Cause infettive: ad es., Meningite, empiema, virus dell'herpes zoster, virus dell'herpes simplex, tubercolosi, sifilide.
  • Altre cause: includono la gnatostomiasi (malattia parassitaria elmintica) e la paraplegia spastica tropicale (HTLV-1).
  • La guida sulle montagne russe e la manipolazione chiropratica possono essere un fattore che contribuisce se c'è una predisposizione (come una cisti).[8]

Presentazione

Vedi anche l'articolo separato su Storia neurologica ed esame.

  • C'è una perdita totale di posizione omolaterale, tocco leggero e sensazione di vibrazione a livello della lesione.
  • C'è una perdita controlaterale di dolore e una temperatura che inizia alcuni segmenti al di sotto della lesione (perché i tratti spinotalamici entrano nella corda e viaggiano ipsilateralmente per alcuni segmenti prima di decussare). Nessuna risposta plantare su questo lato a causa della perdita della sensazione di dolore.
  • Vi è una paraparesi spastica ipsilaterale con perdita di vibrazione e senso della posizione articolare (distruzione delle fibre della colonna dorsale ipsilaterale) sotto la lesione. I riflessi sono frizzanti con riflesso plantare in crescita.
  • Ci può essere una sindrome di Horner ipsilaterale se le fibre simpatiche sono danneggiate (nel collo).
  • Ci sono anche disturbi dello sfintere.
  • Si verificano comunemente forme incomplete della sindrome, solitamente causate da alterazione vascolare secondaria alla compressione della corda, con risparmio delle colonne dorsali (apporto vascolare separato); o lesioni infiammatorie (ad esempio, sclerosi multipla).

Diagnosi differenziale

La diagnosi della sindrome di Brown-Séquard viene effettuata sulla base della storia e dell'esame di presentazione. La maggior parte dei casi sarà causata da un trauma. È importante quando non c'è una storia di trauma da considerare:

  • Sclerosi multipla.
  • Lesione del midollo spinale e compressione.
  • Ictus.
  • Tumori spinali.

indagini

Gli studi di laboratorio possono essere utili con cause non traumatiche. In generale non sono solitamente necessari per la diagnosi. Possono essere utili nel considerare la diagnosi differenziale e per monitorare il decorso clinico.

Imaging

  • Radiografie della colonna vertebrale (per lesioni ossee in traumi penetranti o contusivi).[9]
  • La risonanza magnetica può aiutare a definire l'entità delle lesioni del midollo spinale. È particolarmente utile nella valutazione di cause non traumatiche. La risonanza magnetica può essere necessaria in casi traumatici in caso di deterioramento neurologico.[10]
  • Mielografia CT (utile se la risonanza magnetica è controindicata).

Gestione

  • Inizialmente, viene eseguita una valutazione approfondita, incluso l'esame neurologico, per stabilire il livello di lesione.
  • È necessario un attento rachide cervicale / immobilizzazione della colonna dorsale.
  • Nessun movimento del collo dovrebbe essere permesso.
  • È importante identificare i casi (come l'erniazione del midollo spinale) in cui l'intervento chirurgico può migliorare la prognosi.[11, 12]

complicazioni

Possono verificarsi complicazioni precoci e tardive associate a lesioni spinali. Questi possono includere:

  • Ipotensione ('shock spinale').
  • Embolia polmonare (necessaria profilassi).
  • Infezione (polmoni, urina, ecc.).
  • Depressione (comune con lesioni del midollo spinale).

Prognosi

La prognosi della sindrome di Brown-Séquard è generalmente scarsa, sebbene possa essere migliore di altre forme di lesione del midollo spinale.[13] L'eziologia può influire sulla prognosi.

Nota storica[1]

Charles-Édouard Brown-Séquard (1817-94) fu un neurologo molto notevole ed eminente che lavorò in Inghilterra, Francia e Stati Uniti. Fu uno dei medici fondatori dell'Istituto di Neurologia a Londra. Ha pubblicato 577 documenti. Inizialmente aveva intenzione di diventare uno scrittore, ma divenne uno studente di medicina quando i suoi manoscritti furono respinti ripetutamente. Ha pubblicato per la prima volta le scoperte che sono diventate la "sindrome di Brown-Séquard" nel 1849 e in seguito ha descritto un tipico caso della sua sindrome all'incontro annuale della British Medical Association nel 1862 - quello di un capitano di mare pugnalato al collo.Ha anche eseguito un lavoro notevole nel campo emergente dell'endocrinologia.

hai trovato questa informazione utile? no

Grazie, abbiamo appena inviato un'email di sondaggio per confermare le tue preferenze.

Ulteriori letture e riferimenti

  1. Laporte Y; Charles-Edouard Brown-Sequard: una vita ricca di eventi e un contributo significativo allo studio del sistema nervoso. C R Biol. 2006 maggio-giugno329 (5-6): 363-8. Epub 2006 3 maggio.

  2. Ceruti S, Previsdomini M; Sindrome traumatica di Brown-Sequard. J Emerg Trauma Shock. 2012 Oct5 (4): 371-2. doi: 10.4103 / 0974-2700.102421.

  3. Kim JT, Bong HJ, Chung DS, et al; Ernia del disco cervicale che produce una sindrome acuta marrone-sequard. J Korean Neurosurg Soc. 2009 maggio45 (5): 312-4. doi: 10.3340 / jkns.2009.45.5.312. Epub 2009, 31 maggio.

  4. Abouhashem S, Ammar M, Barakat M, et al; Gestione della sindrome di Brown-Sequard nelle malattie del disco cervicale. Turk Neurosurg. 201323 (4): 470-5. doi: 10.5137 / 1019-5149.JTN.7433-12.0.

  5. Cheng WY, Shen CC, Wen MC; Cisti gangliari della colonna cervicale che presentano la sindrome di Brown-Sequard. J Clin Neurosci. 2006 Dec13 (10): 1041-5.

  6. Parmar H, Park P, Brahma B, et al; Imaging dell'ernia del midollo spinale idiopatico. RadioGraphics. 2008 Mar-Apr28 (2): 511-8.

  7. Francis D, Batchelor P, Gates P; Ernia del midollo spinale post-traumatico. J Clin Neurosci. 2006 giugno 13 (5): 582-6.

  8. Domenicucci M, Ramieri A, Salvati M, et al; Ematoma epidurale cervicotoracico dopo terapia di manipolazione spinale chiropratica. Case report e revisione della letteratura. J Neurosurg Spine. 7 novembre 2007 (5): 571-4.

  9. Miranda P, Gomez P, Alday R, et al; Sindrome di Brown-Sequard in seguito a traumatismi della colonna vertebrale cervicale: correlazioni cliniche e radiologiche. Eur Spine J. 2007 ago16 (8): 1165-70. Epub 2007 30 marzo.

  10. Jacobsohn M, Semple P, Dunn R, et al; Ferite di stabilizzazione del midollo spinale: uno studio retrospettivo su reperti clinici e cambiamenti di risonanza magnetica. Neurochirurgia. 2007 Dec61 (6): 1262-6

  11. Lee JK, Kim YS, Kim SH; Sindrome di Brown-Sequard prodotta da ernia del disco cervicale con recupero neurologico completo: rapporto di tre casi e revisione della letteratura. Midollo spinale. 2007 novembre 45 (11): 744-8. Epub 2007 6 febbraio.

  12. Uhl E, Holtmannspotter M, Tonn JC; Miglioramento della sindrome di Brown-Sequard dopo la riparazione chirurgica di un'ernia del midollo spinale toracico idiopatico. J Neurol. 2008 Jan255 (1): 125-6. Epub 2008, 22 gennaio.

  13. McKinley W, Santos K, Meade M, et al; Incidenza e esiti di sindromi cliniche di lesioni del midollo spinale. J Midollo spinale Med. 200730 (3): 215-24.

Storia ed esame fisico

Dipiridamolo per prevenire coaguli di sangue Asasantin Retard, Persantin, Persantin Retard