Test di coagulazione del sangue
Allergie-Sangue - Del Sistema Immunitario

Test di coagulazione del sangue

Trombocitopenia immunitaria Eruzioni purpuric Sindrome antifosfolipidica trombofilia

I test di coagulazione del sangue vengono utilizzati per diagnosticare e valutare i problemi di sanguinamento e per monitorare le persone che assumono warfarin o altri farmaci anticoagulanti.

Test di coagulazione del sangue

  • Come si coagula il sangue?
  • Quali problemi possono verificarsi?
  • Test di coagulazione del sangue

Come si coagula il sangue?

In pochi secondi dal taglio di un vaso sanguigno, il tessuto danneggiato fa sì che le piastrine diventino "appiccicose" e si raggruppino attorno al taglio. Queste piastrine "attivate" e le sostanze chimiche rilasciate dai tessuti danneggiati. Queste sostanze chimiche reagiscono poi con altre sostanze chimiche e proteine ​​nel plasma, chiamate fattori di coagulazione. Ci sono 13 fattori di coagulazione noti che sono chiamati dai loro numeri romani - il fattore I al fattore XIII. Accanto a un taglio, una serie complessa di reazioni che coinvolgono questi fattori di coagulazione avviene rapidamente. Ogni reazione innesca la successiva reazione. Questo è chiamato una cascata.

Il passaggio finale di questa cascata di reazioni chimiche consiste nel convertire il fattore I (detto anche fibrinogeno - una proteina solubile) in sottili filamenti di una proteina solida chiamata fibrina.I fili di fibrina formano un reticolo e intrappolano le cellule del sangue che si formano in un coagulo solido.

Se un coagulo di sangue si forma all'interno di un vaso sanguigno sano può causare seri problemi. Quindi, ci sono anche sostanze chimiche nel sangue che impediscono la formazione di coaguli e sostanze chimiche che "dissolvono" i coaguli. C'è equilibrio tra la formazione di grumi e la prevenzione di coaguli. Normalmente, a meno che un vaso sanguigno non sia danneggiato o tagliato, i consigli di "equilibrio" favoriscono la prevenzione della formazione di coaguli all'interno dei vasi sanguigni.

Cos'è il sangue?

Quali problemi possono verificarsi?

Disturbi emorragici

Ci sono varie condizioni in cui si tende a sanguinare eccessivamente se si danneggia o si taglia un vaso sanguigno, ad esempio:

  • Troppe poche piastrine (trombocitopenia) - a causa di varie cause.
  • Condizioni genetiche in cui non si fanno uno o più fattori di coagulazione. Il più noto è l'emofilia A che si verifica nelle persone che non fanno il fattore VIII.
  • Mancanza di vitamina K, che può causare problemi di sanguinamento, in quanto hai bisogno di questa vitamina per fare alcuni fattori di coagulazione.
  • Disturbi del fegato - questi a volte causano problemi di sanguinamento, poiché il fegato fa la maggior parte dei fattori di coagulazione.

Disturbi della coagulazione

A volte un coagulo di sangue si forma all'interno di un vaso sanguigno che non è stato ferito o tagliato, ad esempio:

  • Un coagulo di sangue che si forma all'interno di un'arteria che fornisce sangue al cuore o al cervello è la causa comune di infarto e ictus. Le piastrine diventano appiccicose e si aggregano accanto a chiazze di materiale grasso (ateroma) nei vasi sanguigni e attivano la cascata di coagulazione.
  • Flusso sanguigno lento può far coagulare il sangue più rapidamente del solito. Questo è un fattore di trombosi venosa profonda (TVP) che è un coagulo di sangue che a volte si forma in una vena delle gambe.
  • Alcune condizioni possono rendere il coagulo di sangue più facilmente del solito, come la sindrome antifosfolipidica o le trombofilie ereditarie.
  • Alcuni medicinali possono influenzare il meccanismo di coagulazione del sangue o aumentare la quantità di alcuni fattori della coagulazione, che possono causare una coagulazione più rapida.
  • I disturbi del fegato possono a volte causare problemi di coagulazione, poiché il fegato rende alcune delle sostanze chimiche coinvolte nella prevenzione e nella dissoluzione dei coaguli.

Test di coagulazione del sangue

Si può essere invitati a sottoporsi a test di coagulazione del sangue:

  • Se si sospetta una patologia emorragica. Per esempio, se sanguini molto dopo i tagli, o se ti ferisci facilmente.
  • Se hai alcune malattie del fegato che possono influenzare la produzione di fattori di coagulazione del sangue.
  • Prima dell'intervento, in determinate circostanze, per valutare il rischio di sanguinamento durante un'operazione.
  • Se si sviluppa un coagulo di sangue all'interno di un vaso sanguigno senza una ragione apparente.
  • Se prende farmaci anticoagulanti come il warfarin (per verificare che sta assumendo la dose corretta).

Esistono numerosi test diversi. Quelli scelti dipendono dalle circostanze e dal problema sospetto. Includono quanto segue:

Emocromo

Un emocromo completo è un esame del sangue di routine che può contare il numero di globuli rossi, globuli bianchi e piastrine per millilitro di sangue. Rileverà un basso livello di piastrine.

Tempo di sanguinamento

In questo test, viene effettuato un taglio minuscolo nel lobo o nell'avambraccio e viene misurato il tempo necessario affinché l'emorragia si fermi. Normalmente è 3-8 minuti.

Prove generali di coagulazione del sangue

Un campione di sangue viene portato in una bottiglia che contiene una sostanza chimica che impedisce al sangue di coagulare. Viene quindi analizzato in laboratorio. Ci sono un certo numero di test che possono essere fatti. Ad esempio, il "tempo di protrombina" (PT) e il "tempo di tromboplastina parziale attivata" (APTT) vengono comunemente eseguiti. Questi test misurano il tempo necessario alla formazione di un coagulo di sangue dopo l'aggiunta di alcune sostanze chimiche attivanti al campione di sangue. Se il tempo impiegato è più lungo rispetto a un campione di sangue normale, ciò significa che uno o più fattori di coagulazione sono assenti o bassi. Ci sono altri test simili in cui diverse sostanze chimiche vengono aggiunte al campione di sangue. L'obiettivo è identificare quale fattore o fattori di coagulazione siano bassi o assenti.

Monitoraggio anticoagulanti

Se prende alcuni medicinali chiamati anticoagulanti (medicinali che riducono la possibilità di formazione di coaguli di sangue), allora è necessario un attento monitoraggio. Troppa parte del farmaco può causare problemi di sanguinamento. Troppo pochi farmaci possono aumentare la possibilità che si formi un coagulo. Una misurazione chiamata INR può monitorare la quantità di farmaco (comunemente warfarin) da assumere. Il tuo INR è calcolato dal laboratorio utilizzando il PT sopra menzionato. Il medico o l'infermiere stabiliranno un INR "target" per te, a seconda del motivo per cui stai assumendo il farmaco. Controllando il sangue a intervalli regolari possono consigliare come regolare la dose di medicinale per raggiungere questo obiettivo.

Fattori specifici di coagulazione del sangue

La quantità di vari fattori di coagulazione (e fattori anti-coagulazione) nel sangue può essere misurata con varie tecniche. Uno o più di questi test possono essere eseguiti se un test generale di coagulazione del sangue identifica un problema di coagulazione. Ad esempio, la quantità di fattore VIII può essere misurata in un campione di sangue. (Il livello è molto basso o assente nelle persone con emofilia A.)

Test di aggregazione piastrinica

Misura la velocità alla quale e in che misura le piastrine formano aggregati dopo l'aggiunta di una sostanza chimica che stimola l'aggregazione. Mette alla prova la funzione delle piastrine.

Test per verificare se il sangue si coagula troppo facilmente

Se si ha un coagulo di sangue inspiegabile all'interno di un normale vaso sanguigno, questo è causato da trombofilia. Potresti avere dei test per indagare su possibili cause - ad esempio, un esame del sangue per verificare il "fattore V Leiden". Questa è una forma anormale del fattore V che tende a rendere il coagulo di sangue più rapido del normale.

Altri test

Varie condizioni come carenze vitaminiche, leucemia, disturbi del fegato o infezioni possono influenzare la coagulazione. Pertanto, in alcuni casi possono essere necessari altri test per trovare la causa di livelli anormali di piastrine o fattori di coagulazione.

Come viaggiare in sicurezza durante la gravidanza

Opzioni di prevenzione dell'ictus di fibrillazione atriale