Essenza di chirurgia
Chirurgia Generale

Essenza di chirurgia

Questo articolo è per Professionisti medici

Gli articoli di riferimento professionale sono progettati per l'uso da parte di professionisti della salute. Sono scritti da medici del Regno Unito e basati su prove di ricerca, linee guida britanniche ed europee. Potresti trovare uno dei nostri articoli sulla salute più utile.

Questa pagina è stata archiviata. Non è stato aggiornato dal 17/07/2009. Collegamenti e riferimenti esterni potrebbero non funzionare più.

Essenza di chirurgia

  • Un breve viaggio attraverso la storia chirurgica
  • Il linguaggio della chirurgia
  • Alcuni eponimi

Un breve viaggio attraverso la storia chirurgica

"Così il Signore Dio fece cadere un profondo sonno sull'uomo, e mentre dormiva prese una delle sue costole e chiuse il suo posto con la carne". (Versione standard riveduta)

Per coloro che credono nell'Antico Testamento, questo è il primo resoconto documentato di un'operazione chirurgica.

La prima prova concreta delle prime procedure chirurgiche è arrivata con il ritrovamento di teschi trapanati di circa 10.000 anni. Le indicazioni per il trapasso (o trepanning) non sono chiare, ma la maggior parte delle autorità ritiene che sia stato fatto per rilasciare spiriti maligni e come trattamento per l'epilessia e l'emicrania.

Sebbene ci siano poche prove che l'antica pratica egiziana di mummificazione abbia portato alla conoscenza dettagliata dell'anatomia umana, il papiro di Edwin Smith risalente al XVII secolo aC fornisce uno dei primi documenti scritti sulle procedure chirurgiche.1

Alcuni di voi potrebbero avere papiri souvenir che mostrano gli strumenti chirurgici incisi nel muro del Tempio di Sobek e Horus a Kom-Ombo.2

Nei primi secoli dell'era cristiana, il chirurgo greco Claudius Galen ebbe un'importante influenza, recandosi a Roma e rianimando il metodo ippocratico. Sottolineò l'importanza dell'anatomia, e sebbene limitato allo studio dei maiali e delle scimmie (si dice solo che dissezionò gli umani, poiché all'epoca era illegale), fu il fondatore della fisiologia sperimentale. Galen sosteneva che il sangue veniva continuamente prodotto e consumato, un concetto che persiste per 1400 anni. È accreditato con il primo uso prescritto della palla medica ed è considerato il padre della medicina sportiva.3

All'inizio del Medioevo, i chirurghi del grande impero musulmano aprivano la strada agli sviluppi nei campi dell'ortopedia, della chirurgia oftalmica e del cancro. Sebbene spesso descritti come il periodo della medicina araba, i medici furono tratti da tutte le culture e da tutte le parti dell'impero che si estendevano dalla Spagna all'Arabia lungo l'intera costa del Nord Africa, compresi cristiani ed ebrei. I libri di testo che hanno scritto sono stati tradotti in latino e utilizzati da medici europei. I testi scritti da Abu al Qasim al-Zahrawi erano molto noti a questo riguardo. I monaci che tradussero le opere e copiarono i diagrammi lo fecero in modo impreciso, e questo portò a chiedere l'autorizzazione alla dissezione (precedentemente vietata per motivi religiosi).

Nel 1628 William Harvey pubblicò "Un esercizio anatomico riguardante il movimento del cuore e del sangue negli animali", descrivendo dettagliatamente i suoi esperimenti usando le legature.5 Ha dimostrato che c'era una quantità fissa di sangue, che veniva pompata intorno al corpo in una sola direzione. L'uso delle legature stesse non era nuovo. Ambroise Paré ha delineato il proprio impiego come metodo per fermare il sanguinamento sul campo di battaglia nelle sue "Opere di chirurgia" pubblicate nel 1575.6 Poiché era solo un barbiere-chirurgo, il College of Physicians di Parigi tentò di fermare la pubblicazione dei suoi testi.

Nel 1799, Humphry Davey scoprì il protossido di azoto, ma i suoi benefici non furono ampiamente pubblicizzati. Chirurghi come Robert Liston dovevano operare senza il beneficio dell'anestesia nel più breve tempo possibile.8 Il suo uso dell'etere come anestetico nel 1800 fu quello di rivoluzionare la chirurgia. Il cloroformio, un preparato meno irritante, fu scoperto da James Simpson nel 1847 e fu usato fino al 1900, quando le segnalazioni di tossicità epatica portarono al suo declino.9

Il successivo sviluppo significativo fu il concetto di "antisepsi", promulgato da Joseph Lister.10 Riconobbe la somiglianza tra gli odori nelle fogne e nelle sale operatorie. Gli odori delle fogne vennero trattati con acido carbolico, così nel 1867 Lister sviluppò una soluzione carbolica debole da spruzzare sulle ferite.

Mentre questo considerevolmente ha ridotto il tasso di infezione post-operatorio, non è stato fino al 1878 che Robert Koch ha proposto il legame tra i batteri nel sangue e la setticemia.11 Questo ha gettato le basi per le tecniche chirurgiche asettiche e la sua scoperta che il vapore caldo ha ucciso più batteri di acido carbolico ha portato alla sterilizzazione di routine di strumenti, suture e medicazioni.

Nel 1900, Karl Landsteiner scoprì che il sangue era diviso in quattro gruppi principali e che alcuni tipi di sangue non potevano essere mescolati.12 Questo ha aperto la strada alle trasfusioni di sangue. La prima guerra mondiale vide l'avvento di depositi di sangue, chirurgia plastica e innesti di pelle, macchine portatili a raggi X e sviluppi nel campo della protesi chirurgica.

Il XX secolo è stato dominato dallo sviluppo della chirurgia dei trapianti. Il primo trapianto di cornea fu effettuato nel 1905 e il primo trapianto di rene nel 1954. Un fegato fu trapiantato nel 1963, un cuore nel 1967, un polmone nel 1982 e un tessuto cerebrale nel 1987. Dagli anni '80, uno dei più famosi trapianti è stato midollo osseo per chi soffre di leucemia.

La fine del XX e l'inizio del XXI secolo si è concentrata sull'uso crescente della chirurgia laser e sull'applicazione della tecnologia robotica. È probabile che questo porti a procedure sempre più precise e complesse eseguite attraverso incisioni sempre più piccole. È probabile che il futuro vedrà un'esplosione di nuove tecniche chirurgiche quando le tecniche micromeccaniche si fondono con i progressi tecnologici ispirati dalla biologia per creare nuovi strumenti più istintivi da usare rispetto ai rigidi strumenti di un tempo.13

Il linguaggio della chirurgia

Alcune incisioni chirurgiche comuni

  • Incisione di Kocher (colecistectomia)
  • Paramedico destro (qualsiasi laparotomia)
  • Grid iron (o Lanz) (appendicectomy)
  • Lombata (chirurgia renale)
  • Midline (laparotomia)
  • Paramedico sinistro (qualsiasi laparotomia)
  • Incisione di Pfannenstiel (chirurgia pelvica)

definizioni

  • Una fistola è una comunicazione anomala tra due superfici epiteliali (o endoteliali nelle fistole artero-venose), ad es. fistola gastrocolica (stomaco / colon). Le fistole spesso si chiudono spontaneamente a meno che non siano impedite da corpi estranei, malignità, infiammazione cronica, ostruzione distale o epitelizzazione della traccia. Le fistole intestinali esterne sono gestite con metodi di barriera per proteggere la pelle, la sostituzione di liquidi ed elettroliti e la nutrizione parenterale. La chirurgia è utilizzata come ultima risorsa.
  • Un seno è una traccia a fondo cieco. In genere questo è rivestito da tessuto epiteliale o granuloso che si apre su una superficie epiteliale.
  • Un'ulcera è un'area anormale di discontinuità in una superficie epiteliale.
  • Un ascesso è una cavità piena di pus. I chirurghi amano citare l'aforisma: se c'è pus in giro, fallo fuori.

Suffissi comuni e loro significato

  • -ostomy Questa è un'apertura artificiale di solito creata per creare una nuova connessione tra due condotti o tra un condotto e il mondo esterno - ad esempio la colostomia: il colon è fatto per aprirsi sulla pelle. Stoma significa bocca.
  • -plasty Questo è il rimodellamento di qualcosa per farlo funzionare, ad esempio la piloroplastica allevia l'ostruzione pilorica.
  • -ectomy Questo significa tagliare qualcosa - per esempio l'appendicectomia.
  • -otomy Ciò significa tagliare qualcosa di aperto, ad esempio laparotomia (l'apertura dell'addome).
  • -oscope Questo si riferisce a uno strumento per guardare nel corpo - ad esempio cistoscopio (un dispositivo per guardare nella vescica).
  • -lith- Questo si riferisce a una pietra, ad esempio la nefrolitotomia (che taglia il rene aperto per raggiungere una pietra).
  • -chole- Questo riguarda la bile o la bile.
  • -cisti- Questo significa un sacco pieno di liquido.
  • -grammo Questo viene applicato a un'immagine radiologica, spesso utilizzando un mezzo di contrasto radio-opaco.
  • -docho- Questo significa che riguarda i condotti.
  • -angio- Questo significa che si tratta di tubi o vasi sanguigni.
  • Per- Questo significa attraversare una struttura (invasiva).
  • Trans- Questo significa attraversare una struttura.

Alcuni eponimi

Billroth, Christian Albert Theodor (1829-1984) Chirurgo tedesco-austriaco, nato a Bergen, sull'isola di Rügen, in Prussia.14 Dopo aver fallito come medico generico a Berlino, è entrato a far parte della Scuola di Chirurgia di Vienna. È considerato una figura fondatrice della moderna chirurgia addominale. Le sue tecniche operative sullo stomaco e sulle vie biliari, o modifiche di queste, sono ancora in uso.

Douglas, James (1675-1742) Medico e anatomista scozzese.15 Medico di vita della regina d'Inghilterra, ottenne il dottorato in medicina a Reims e nel 1700 tornò a Londra. Oltre alla famosa busta, dà anche il suo nome a una piega (la piega del peritoneo che forma il bordo laterale della sacca) e una linea (la linea arcuata della guaina del muscolo addominale del retto).

Kocher, Emil Theodor (1841-1917) Un chirurgo svizzero, ha dato il suo nome non solo per l'incisione, ma anche per le pinzette, un metodo per ridurre le dislocazioni della spalla e una sindrome (splenomegalia con o senza linfocitosi e linfoadenopatia in tireotossicosi).16 Uomo di molte parti, ha vinto il premio Nobel per la fisiologia o la medicina nel 1909 per il suo lavoro sulla fisiologia, patologia e chirurgia della tiroide. Ha anche dato il suo nome al Kocher Institut di Berna.

Meckel, Johann Friedrich (1781-1833) Anatomista tedesco, nato in una famiglia di eminenti medici.17 Dopo aver studiato anatomia sotto la direzione di suo padre (che odiava) si trasferì nel 1801 all'Università di Göttingen. Tra i suoi contributi più duraturi e impressionanti è stato lo studio delle anomalie che si verificano durante lo sviluppo embriologico.

Murphy, John Benjamin (1857-1916) nacque ad Appleton, nel Wisconsin, e ricevette il dottorato dal Rush Medical College nel 1879.18 Nel 1889 Murphy stabilì uno schema di primi sintomi per l'appendicite e sollecitò fortemente la rimozione immediata dell'appendice quando apparve questo schema. Sebbene il programma di Murphy incontrasse per la prima volta l'incredulità e la derisione dei suoi colleghi, le sue oltre 200 appendicectomie riuscite nei successivi anni fornirono ampie prove per rendere l'operazione pratica medica comune. Ha fatto un lavoro pionieristico sull'anastomosi intestinale ed è stato il primo a unire con successo un'arteria femorale recisa da una ferita da arma da fuoco.

Pfannenstiel, Hermann Johannes (1862-1909) studiò medicina nella sua città natale di Berlino e si laureò in quella città nel 1885.19 Pfannenstiel era ugualmente riconosciuto come medico, chirurgo ginecologico e insegnante. Ha lasciato un lavoro scritto completo, riguardante la patologia delle ovaie, i tumori dell'utero, la formazione di carcinomi dopo ovariotomia e l'incapsulamento dell'uovo nell'utero. Così come l'incisione che un tempo era anche conosciuta per la malattia, una descrizione di morbus haemolyticus neonatorum che è da allora in disuso.

hai trovato questa informazione utile? no

Grazie, abbiamo appena inviato un'email di sondaggio per confermare le tue preferenze.

Ulteriori letture e riferimenti

  • La storia illustrata della chirurgia. Knut Haeger. Inghilterra; AB Nordbok 1989. ISBN: 1-872457-00-2.

  • Una storia di chirurgia, di Harold Ellis 2001; Greenwich Medical Media. ISBN 1-84110-023-4

  • Biblioteca di Wellcome; Porta a numerosi siti di storia chirurgica

  1. Edwin Smith Papiro chirurgico. Ristampato da; J Neurosurg 1964: p240

  2. Medicina egiziana antica; Curius Institutio a Curatio Vetustas

  3. Galen: uno schizzo biografico

  4. William Harvey; Science World 2007

  5. Ambroise Paré; Ambroise Paré Biografia

  6. Robert Liston; Biografia

  7. Sir James Simpson; Biografia

  8. Joseph Lister; Biografia

  9. Robert Koch; Biografia

  10. Karl Landsteiner; Biografia

  11. Satava RM, Jones SB; Preparando i chirurghi per il 21 ° secolo. Implicazioni di tecnologie avanzate. Surg Clin North Am. 2000 agosto80 (4): 1353-65.

  12. Theodor Billroth; Biografia

  13. James Douglas; Biografia

  14. Theodore Kocher; Biografia

  15. Johann Meckel; Biografia

  16. John Murphy; Biografia

  17. Hermann Pffannenstiel; Biografia

Prurito Vulva prurito