Avvelenamento del cibo
Diarrea

Avvelenamento del cibo

Diarrea Gastroenterite Norovirus Campylobacter Salmonella Cryptosporidium C diff E. Coli Medicina della diarrea

L'intossicazione alimentare è una malattia causata dal mangiare e bere cibi o bevande contaminati da germi o tossine. La gastroenterite è un'infezione intestinale con diarrea, mal di pancia e talvolta vomito (vomito). La diarrea è definita come "feci molli o acquose (feci), in genere almeno tre volte in 24 ore".

Avvelenamento del cibo

  • Cos'è l'intossicazione alimentare?
  • Quali sono i sintomi dell'intossicazione alimentare?
  • Quali sono le cause dell'intossicazione alimentare?
  • Come viene diagnosticata l'avvelenamento da cibo e ho bisogno di indagini?
  • Qual è il trattamento per l'intossicazione alimentare?
  • Quali sono le complicazioni dell'avvelenamento da cibo?
  • Come posso prevenire l'intossicazione alimentare?

Cos'è l'intossicazione alimentare?

L'intossicazione alimentare significa ammalarsi mangiando cibo con sostanze velenose. Ma di solito non è il tipo di veleno usato dall'assassino in una storia di Agatha Christie. Di solito il veleno proviene da un qualche tipo di germe.

Molti tipi di germi possono causare intossicazione alimentare, inclusi batteri, virus e parassiti. I colpevoli comuni includono:

  • Campylobacter
  • Salmonella
  • Norovirus
  • Rotavirus

È più probabile che tu raccolga intossicazione alimentare se non stai attento a come conservi e maneggi il cibo, e su cosa e dove mangi o bevi.

Quali sono i sintomi dell'intossicazione alimentare?

  • Il sintomo principale è la diarrea, spesso anche con vomito. La diarrea è definita come "feci molli o acquose (feci), in genere almeno tre volte in 24 ore". Sangue o muco possono comparire nelle feci con alcune infezioni.
  • I dolori crampi nella pancia (addome) sono comuni. I dolori possono alleviare per un po 'ogni volta che si passa una diarrea.
  • Potresti sentirti caldo un minuto e freddo e brivido il prossimo, e dolorante dappertutto. Questi sono sintomi di una febbre alta che a volte si sviluppa insieme ai sintomi della pancia.

Se il vomito si verifica, spesso dura solo un giorno o due, ma a volte più a lungo. La diarrea continua spesso dopo che il vomito si è interrotto e dura in genere per diversi giorni o più. Le feci leggermente allentate possono persistere per una settimana o più prima che ritorni un normale schema. A volte i sintomi durano più a lungo.

Il vomito e la diarrea di solito iniziano ore o pochissimi giorni dopo aver mangiato il cibo infetto. In seguito, ti senti spesso svuotato e lavato per alcuni giorni, mentre riprendi l'appetito e "grinta".

Sintomi di mancanza di liquido nel corpo

Diarrea e vomito possono causare la mancanza di liquidi nel corpo (disidratazione). Consultare un medico rapidamente se si sospetta che si stia disidratando. Una leggera disidratazione è comune e di solito è facilmente reversibile bevendo molti liquidi. Una grave disidratazione può essere fatale se non viene trattata rapidamente perché gli organi del tuo corpo hanno bisogno di una certa quantità di fluido per funzionare.

I sintomi di disidratazione negli adulti includono:

  • Stanchezza.
  • Capogiri o sensazione di testa vuota.
  • Mal di testa.
  • Crampi muscolari.
  • Occhi infossati.
  • Passando meno urina.
  • Una bocca e una lingua asciutte.
  • Debolezza.
  • Diventando irritabile.

Sintomi di grave la disidratazione negli adulti include:

  • Profonda perdita di energia o entusiasmo (apatia).
  • Debolezza.
  • Confusione.
  • Una frequenza cardiaca veloce.
  • Produrre pochissima urina.
  • Coma - può verificarsi.

La grave disidratazione è un'emergenza medica e occorre un immediato intervento medico.

La disidratazione negli adulti è più probabile che si verifichi in:

  • Persone anziane o fragili
  • Donne incinte.
  • Le persone con grave diarrea e vomito. In particolare, se non si è in grado di sostituire il liquido perso con abbastanza bevande.

Quando devo consultare un medico?

Dovresti consultare un medico se:

  • Pensi di star diventando disidratato.
  • Stai vomitando molto e non riesci a tenere giù i liquidi.
  • Hai sangue nelle feci (cacca) o vomito sangue.
  • Hai un grave dolore alla pancia.
  • Hai sintomi gravi o se ritieni che le tue condizioni stiano peggiorando.
  • Hai una febbre alta, che non si deposita con farmaci come il paracetamolo, o che si blocca per tre giorni o più.
  • I tuoi sintomi non si stanno calmando; per esempio, vomito per più di 1-2 giorni, o diarrea che non inizia a stabilizzarsi dopo 3-4 giorni.
  • La tua infezione è stata catturata all'estero.
  • Sei anziano o hai un problema di salute di base come diabete, epilessia, malattie infiammatorie intestinali, malattie renali.
  • Hai un sistema immunitario indebolito a causa, per esempio, del trattamento chemioterapico, del trattamento steroideo a lungo termine, dell'infezione da HIV.
  • Sei incinta.
  • Sospetti di aver contratto un'intossicazione alimentare da un ristorante o da un cibo da asporto.
  • Ci sono altri sintomi di cui sei preoccupato.

Quali sono le cause dell'intossicazione alimentare?

L'intossicazione alimentare è comune e molti di noi riconosceranno lo scenario. Hai mangiato qualcosa che sembrava (o puzzava) un po 'ingannevole, o che eri all'estero in un paese dove non è sicuro bere l'acqua, e hai mangiato un'insalata. Lavato nell'acqua sai che non dovresti bere. Qualche ora dopo ti viene il mal di pancia e stai male (vomitando) e vai avanti e indietro verso il bagno. Ci sono nomi di animali domestici in diverse parti del mondo: la pancia di Delhi, Kathmandu quickstep, la vendetta di Montezuma, Karachi si accovaccia. Ma puoi prenderlo praticamente ovunque, inclusa la tua casa.

batteri
Il Campylobacter è il germe più comune (batterio) che provoca intossicazione alimentare nel Regno Unito. Altri germi (batteri) che possono causare intossicazione alimentare includono:

  • Salmonella.
  • Escherichia coli (generalmente abbreviato in E. coli).
  • Listeria.
  • Shigella.
  • Clostridium perfringens.

I virus
Alcuni germi (virus), come il norovirus o il rotavirus, possono contaminare il cibo e causare intossicazione alimentare.

parassiti
Questi sono un altro tipo di microbo. I parassiti sono esseri viventi (organismi) che vivono dentro o sopra un altro organismo. Gli esempi includono il cryptosporidium, Entamoeba histolytica e parassiti giardia. L'intossicazione alimentare causata da parassiti è più comune nei paesi in via di sviluppo.

Nel Regno Unito, una causa comune di intossicazione alimentare è Toxoplasma gondii. Questo è un parassita che vive nelle viscere di un numero di animali, inclusi i gatti. L'intossicazione alimentare può verificarsi se il cibo o l'acqua sono contaminati dalle feci (feci) dei gatti infetti o se viene consumata carne cruda o poco cotta da un altro animale che trasporta il parassita. L'infezione è nota come toxoplasmosi. I sintomi di questo tipo di intossicazione alimentare includono linfoghiandole gonfie e talvolta un'eruzione cutanea.

Tossine e prodotti chimici
I veleni (tossine) prodotti dai batteri possono anche contaminare il cibo, così come i batteri stessi. Ad esempio, il batterio Staphylococcus aureus può contaminare il gelato e le sue tossine possono causare intossicazioni alimentari. Il batterio Bacillus cereus può contaminare il riso Se il riso contaminato viene riscaldato e mangiato, le tossine prodotte possono causare intossicazione alimentare.

Alcuni tipi di pesce (compresi squalo, marlin, pesce spada e tonno) contengono alti livelli di mercurio chimico. Mangiare questo tipo di pesce non è normalmente un problema per la maggior parte delle persone - non causa gastroenterite o intossicazione alimentare. Si consiglia alle donne incinte di evitare di mangiare squali, marlin e pesce spada e di limitare il tonno. Questo perché un alto livello di mercurio può danneggiare il sistema nervoso in via di sviluppo di un nascituro.

I pesci grassi possono essere contaminati da sostanze chimiche chiamate bifenili policlorurati. Di nuovo, questo non causa solitamente un problema o intossicazione alimentare per la maggior parte delle persone. Tuttavia, dovresti limitare la quantità di pesce grasso che mangi in gravidanza a causa dei possibili effetti di queste sostanze chimiche su un bambino in via di sviluppo. Il Dipartimento della salute raccomanda non più di due porzioni di pesce grasso alla settimana.

Nota: questo è un volantino generale sull'intossicazione alimentare. Vi sono opuscoli separati che forniscono maggiori dettagli su alcuni dei diversi microbi che causano intossicazione alimentare.

Come si contaminano i cibi?

La contaminazione del cibo può verificarsi a causa di problemi nella produzione, conservazione o cottura degli alimenti. Per esempio:

  • Non conservare gli alimenti correttamente o alla temperatura corretta. Ad esempio, non refrigerare il cibo. Questo è particolarmente un problema per carne e latticini.
  • Cottura inadeguata del cibo (cottura o cottura alla temperatura corretta). I batteri si trovano spesso nella carne cruda, compreso il pollame. Una cottura adeguata di solito uccide i batteri.
  • Contaminazione da parte di qualcuno che prepara il cibo che non ha seguito le regole di igiene alimentare e non si è lavato le mani correttamente.
  • Contaminazione da altri alimenti (contaminazione incrociata). Ad esempio, non lavare una tavola usata per preparare la carne cruda prima di tagliare una fetta di pane usando la stessa tavola. Conservare la carne cruda nel frigorifero sopra il cibo che è "pronto da mangiare" e consentire così ai succhi di carne cruda di gocciolare sul cibo sottostante.
  • I batteri possono anche essere presenti nel latte e nel formaggio non pastorizzati. Il processo di pastorizzazione uccide i batteri.

Come si contaminano le acque?

L'acqua può essere contaminata da batteri o altri microbi solitamente perché le feci umane o animali (feci) entrano nell'acqua. Questo è particolarmente un problema nei paesi con scarse condizioni igieniche. In tali paesi, il cibo può anche essere lavato e preparato usando acqua contaminata. Quindi, ad esempio, in paesi con scarse condizioni igieniche, dovresti sempre evitare:

  • Bere acqua di rubinetto.
  • Avere cubetti di ghiaccio nelle bevande (poiché il ghiaccio potrebbe essere stato fatto con l'acqua del rubinetto).
  • Lavarsi i denti con l'acqua del rubinetto.
  • Mangiare insalate (come la lattuga, i pomodori, ecc. Potrebbero essere stati lavati in acqua contaminata).
  • Mangiare verdure crude (poiché potrebbero essere state lavate in acqua contaminata).

Come viene diagnosticata l'avvelenamento da cibo e ho bisogno di indagini?

La maggior parte delle persone riconoscerà l'intossicazione alimentare dai sintomi tipici. Se i sintomi sono lievi, di solito non è necessario consultare un medico o ricevere cure mediche specifiche.

Tuttavia, in alcune circostanze, potrebbe essere necessario consultare un medico quando si ha un intossicazione alimentare (vedere di seguito riguardo a quando rivolgersi a un medico). Il medico può farti domande sui recenti viaggi all'estero o qualsiasi altro modo in cui potresti aver mangiato o bevuto cibo o acqua contaminati. Il medico di solito controlla anche se vi sono segni di mancanza di liquido corporeo (disidratazione). Possono controllare la temperatura, il polso e la pressione sanguigna. Possono anche esaminare la pancia (addome) per cercare eventuali dolenze.

Il medico potrebbe chiederti di raccogliere un campione di feci (feci). Questo può quindi essere esaminato in laboratorio per cercare la causa dell'infezione. Un campione di feci non è sempre necessario. È probabile che il medico ne suggerisca uno in determinate situazioni, ad esempio:

  • Se sei stato di recente all'estero.
  • Se stai molto male.
  • Se hai sangue o pus nelle tue feci.
  • Se la tua diarrea non si risolve dopo una settimana.
  • Se sei stato di recente in ospedale o hai avuto un trattamento antibiotico.
  • Se hai un'altra condizione medica, in particolare quella che colpisce il tuo sistema immunitario.
  • Se il medico non è sicuro di avere un intossicazione alimentare o un'infezione intestinale (gastroenterite).
  • Se il tuo lavoro riguarda la gestione del cibo.

Il motivo per cui un campione di feci non è sempre necessario è che, in molti casi, sapere quale germe abbia non fa alcuna differenza per il trattamento di cui hai bisogno. La maggior parte dei casi di intossicazione alimentare migliora da sola anche prima che il risultato del test delle feci ritorni.

Se non si sta bene, potrebbe essere necessario ricoverare in ospedale. Se questo è il caso, potrebbero essere necessarie ulteriori indagini come esami del sangue, scansioni o una puntura lombare. Questo è cercare la diffusione dell'infezione in altre parti del tuo corpo.

Se pensate che la vostra infezione possa provenire dal cibo in un determinato ristorante o negozio, informate il vostro ufficio di salute ambientale locale. (Trovali attraverso la pagina del sito web di Food Standards Agency Segnala una pagina di problemi alimentari.) Questo è così che l'azienda può essere verificata da funzionari di salute ambientale. Ulteriori azioni possono essere intraprese se c'è un problema con le loro pratiche di igiene alimentare. Speriamo che questo contribuisca a ridurre la possibilità che altre persone ottengano intossicazione alimentare. Se il medico sospetta o conferma di avere avvelenamento da cibo, è anche richiesto dalla legge di segnalare questo.

Qual è il trattamento per l'intossicazione alimentare?

I sintomi si risolvono spesso entro pochi giorni circa, in quanto il sistema immunitario di solito elimina l'infezione. Occasionalmente, è necessario il ricovero in ospedale se i sintomi sono gravi o se si sviluppano complicanze (vedi sotto).

I seguenti sono comunemente consigliati fino a quando i sintomi non si attenuano:

Fluidi: hanno molto da bere

L'obiettivo è prevenire la mancanza di fluido corporeo (disidratazione) o trattare la disidratazione se si è sviluppata. (Nota: se sospetti di essere disidratato, contatta un medico.)

  • Come guida approssimativa, bere almeno 200 ml dopo ogni feci acquose (ogni attacco di diarrea).
  • Questo fluido extra è in aggiunta a quello che normalmente bevi. Ad esempio, un adulto berrà normalmente circa due litri al giorno, ma più nei paesi caldi. Il suddetto "200 ml dopo ogni sgabello acquoso" è in aggiunta a questa quantità usuale che si berrà.
  • Se si è malati (vomito), attendere 5-10 minuti e poi ricominciare a bere, ma più lentamente. Ad esempio, un sorso ogni 2-3 minuti, ma assicurandosi che l'assunzione totale sia come descritto sopra.
  • Avrai bisogno di bere ancora di più se sei disidratato. Un medico consiglierà su quanto bere se sei disidratato.

Per la maggior parte degli adulti, i liquidi ubriachi per mantenersi idratati dovrebbero essere principalmente acqua. Inoltre, idealmente, includere un po 'di succo di frutta e zuppe. È meglio non avere bevande che contengono molto zucchero, come la cola o il pop, poiché a volte possono peggiorare la diarrea.

Le bevande di reidratazione sono raccomandate per le persone che sono fragili, o di età superiore ai 60, o che hanno problemi di salute di base. Sono fatti da bustine che puoi acquistare dalle farmacie. (Le bustine sono anche disponibili su prescrizione.) Aggiungere il contenuto della bustina all'acqua. Le bevande di reidratazione forniscono un buon equilibrio di acqua, sali e zucchero. La piccola quantità di zucchero e sale aiuta l'acqua ad essere assorbita meglio dall'intestino (intestino) nel corpo. Non si fermano o riducono la diarrea. Non utilizzare bevande di sale / zucchero fatte in casa, poiché la quantità di sale e zucchero deve essere esatta.

Mangia il più normalmente possibile

Si consigliava di "morire di fame" per un po 'se avevi avvelenamento da cibo. Tuttavia, ora è consigliabile mangiare piccoli pasti leggeri, se puoi. Lasciati guidare dal tuo appetito. Potresti non sentirti come cibo e la maggior parte degli adulti può fare a meno del cibo per qualche giorno. Mangia appena puoi - ma non smettere di bere. Se hai voglia di mangiare, evita il cibo grasso, speziato o pesante all'inizio. I cibi semplici come il pane integrale e il riso sono buoni cibi per provare prima a mangiare.

medicazione

Di solito non sono necessari farmaci antidiarroici. Il tuo corpo sta facendo del suo meglio per sbarazzarti del germe e recupererai più rapidamente se lo lasci fare. Tuttavia, in alcune situazioni può essere consigliato un medicinale chiamato loperamide. Ad esempio, per aiutarti in un evento speciale come un matrimonio o se hai difficoltà a raggiungere il bagno rapidamente. Loperamide agisce rallentando l'attività dell'intestino e può ridurre il numero di viaggi che devi portare in bagno. È possibile acquistare loperamide dalle farmacie. La dose per adulti di loperamide è inizialmente di due capsule. Questo è seguito da una capsula dopo ogni volta che si passa una diarrea, fino a un massimo di otto capsule in 24 ore. Non dovresti assumere loperamide per più di cinque giorni.

Nota: sebbene il loperamide sia generalmente sicuro, ci sono state segnalazioni di problemi intestinali molto gravi che si sono sviluppati in alcune persone che hanno assunto loperamide. Questi problemi erano principalmente nelle persone che avevano grave infiammazione dell'intestino. Quindi, non usare loperamide o altri medicinali antidiarroici se si passa sangue o muco con la diarrea o se si ha una febbre alta. Inoltre, le persone con determinate condizioni non dovrebbero assumere loperamide. Le donne incinte non dovrebbero assumere loperamide. Pertanto, per sicurezza, leggere il foglio illustrativo fornito con il medicinale.

Paracetamolo o ibuprofene è utile per alleviare una febbre alta o mal di testa.

In alcuni casi, il medico può chiedere un campione della diarrea. Questo viene inviato al laboratorio per cercare di infettare i germi (microbi come batteri, parassiti, ecc.). A volte è necessario un corso di antibiotico quando viene identificato il germe. Esempi in cui potrebbero essere necessari antibiotici includono:

  • Se i sintomi sono molto gravi
  • Se l'infezione non sta migliorando come previsto. Ad esempio, se i sintomi persistono ancora dopo una settimana.
  • Se hai più di 50 anni con infezione confermata con salmonella.
  • Se hai altre condizioni mediche, come problemi con le valvole cardiache, e hai confermato l'infezione da salmonella.
  • Se ha sangue nella diarrea e ha confermato l'infezione da shigella.
  • Se il tuo sistema immunitario non funziona normalmente, ad esempio a causa della chemioterapia o se hai una malattia come l'AIDS.
  • Infezioni con alcuni germi specifici, di solito quelli acquisiti all'estero, sono solitamente trattate con antibiotici. Ad esempio, infezione da giardia o infezione amebica.

Quali sono le complicazioni dell'avvelenamento da cibo?

Le complicazioni sono rare nel Regno Unito. Coloro che sono più anziani hanno maggiori probabilità di sviluppare complicazioni. Le complicazioni sono anche più probabili se hai una condizione (cronica) in corso come il diabete o se il tuo sistema immunitario non funziona normalmente. (Ad esempio, se sta assumendo farmaci steroidei a lungo termine o se sta avendo un trattamento di chemioterapia per il cancro.) Le possibili complicanze includono quanto segue:

  • Squilibrio di sale (elettroliti) e mancanza di liquidi (disidratazione) nel corpo. Questa è la complicazione più comune. Si verifica se i sali e l'acqua persi nelle feci (feci) o quando si è malati (vomito) non vengono sostituiti bevendo liquidi adeguati. Se riesci a bere molti liquidi, è improbabile che si verifichi la disidratazione, o è probabile che sia lieve e presto guarirai mentre bevi. Una grave disidratazione può portare a una caduta della pressione sanguigna. Ciò può causare un ridotto flusso di sangue ai tuoi organi vitali. Se la disidratazione non viene trattata, i reni potrebbero essere danneggiati. Alcune persone che diventano gravemente disidratate hanno bisogno di una "flebo" di fluido direttamente in una vena. Ciò richiede il ricovero in ospedale. Le persone anziane o in stato di gravidanza sono maggiormente a rischio di disidratazione.
  • Complicazioni reattive. Raramente, altre parti del tuo corpo possono "reagire" a un'infezione che si verifica nel tuo intestino. Ciò può causare sintomi come infiammazione delle articolazioni (artrite), infiammazione della pelle e infiammazione degli occhi (congiuntivite o uveite).
  • Diffusione dell'infezione ad altre parti del corpo come le ossa, le articolazioni o le meningi che circondano il cervello e il midollo spinale. Questo è raro. Se si verifica, è più probabile che la diarrea sia causata dall'infezione da salmonella.
  • Sindromi da diarrea persistente può raramente svilupparsi:
    • Sindrome dell'intestino irritabile a volte viene attivato da un attacco di intossicazione alimentare.
    • Intolleranza al lattosio a volte può verificarsi per un periodo di tempo dopo l'intossicazione alimentare. Questo è noto come intolleranza al lattosio "secondaria" o "acquisita". Il rivestimento dell'intestino (intestinale) può essere danneggiato da un episodio di infezione intestinale. Questo porta alla mancanza di una sostanza chimica (enzima) chiamata lattasi che è necessaria per aiutare il corpo a digerire uno zucchero chiamato lattosio che è nel latte. L'intolleranza al lattosio porta a gonfiore, dolore alla pancia (addominale), vento e feci acquose dopo aver bevuto latte. La condizione migliora quando l'infezione è finita e il rivestimento dell'intestino guarisce. È più comune nei bambini che negli adulti.
  • Sindrome uremica emolitica è un'altra potenziale complicazione. È raro e di solito è associato a intossicazione alimentare causata da un certo tipo di E. coli infezione. È una condizione grave in cui c'è anemia, basso numero di piastrine nel sangue e insufficienza renale. È più comune nei bambini. Se riconosciuta e trattata, la maggior parte delle persone guarisce bene.
  • Sindrome di Guillain Barre raramente può essere attivato dall'infezione da campylobacter. Questa è una condizione che colpisce i nervi in ​​tutto il corpo e gli arti, causando debolezza e problemi sensoriali. Vedere il foglio illustrativo chiamato sindrome di Guillain-Barré per ulteriori dettagli.
  • Efficacia ridotta di alcuni farmaci. Durante un episodio di avvelenamento da cibo, alcune medicine che potresti assumere per altre condizioni o motivi potrebbero non essere altrettanto efficaci. Questo perché la diarrea e / o il vomito significano che una quantità ridotta di medicinali viene assorbita (assorbita) nel corpo. Esempi di tali farmaci sono quelli per l'epilessia, il diabete e la contraccezione. Parla con il tuo medico o con l'infermiera se non sei sicuro di cosa fare se stai prendendo altri medicinali e hai un intossicazione alimentare.

Come posso prevenire l'intossicazione alimentare?

La Foods Standards Agency nel Regno Unito ha identificato le "4 C" per aiutare a prevenire l'intossicazione alimentare:

Pulizia

  • Mantenere pulite le superfici di lavoro e gli utensili.
  • Lavarsi e asciugarsi le mani regolarmente ma soprattutto dopo essere andati in bagno, prima di preparare il cibo, dopo aver maneggiato il cibo crudo e prima di toccare il cibo "pronto da mangiare".
  • Non preparare il cibo per gli altri se hai la diarrea o se stai male (vomito).
  • Coprire eventuali piaghe o tagli sulle mani con un cerotto impermeabile prima di toccare il cibo.
  • Cambiare regolarmente strofinacci e strofinacci.

cucinando

  • Assicurati di cucinare accuratamente il cibo, specialmente la carne. Questo ucciderà i germi (batteri). Il cibo dovrebbe essere cotto direttamente e bollire nel mezzo.
  • Se si sta riscaldando il cibo, è necessario cuocerlo e bollire nel mezzo.
  • Non riscaldare il cibo più di una volta.

Chilling

  • Il cibo che deve essere refrigerato o refrigerato dovrebbe essere. Se il cibo viene lasciato fuori dal frigorifero, i batteri possono moltiplicarsi a livelli che possono causare intossicazione alimentare.
  • Il tuo frigo deve essere tenuto tra 0 ° C e 5 ° C. Inoltre, non lasciare la porta aperta inutilmente.
  • Lasciate raffreddare velocemente il cibo avanzato e quindi refrigerate. Portarlo fuori dalla pentola e metterlo in un contenitore poco profondo può accelerare il processo di raffreddamento.

Contaminazione incrociata

Ciò si verifica quando i batteri passano dagli alimenti (comunemente, cibi crudi) ad altri alimenti. Può verificarsi se:

  • Gli alimenti toccano direttamente.
  • Un cibo gocciola su un altro.
  • Le tue mani o utensili o attrezzature come coltelli o taglieri toccano un cibo e poi un altro.

È importante:

  • Lavarsi le mani dopo aver toccato cibi crudi.
  • Separare cibi crudi e cotti o pronti da mangiare.
  • Conservare la carne cruda in un contenitore sigillabile sul fondo del frigorifero.
  • Evitare l'uso della stessa superficie o tagliere per la preparazione di cibi crudi e pronti da mangiare.
  • Assicurati che i coltelli e gli utensili siano puliti dopo aver preparato cibi crudi.

Prevenire la diffusione di intossicazioni alimentari agli altri

Alcune infezioni che causano la diarrea e il vomito sono trasmesse molto facilmente da persona a persona. In caso di diarrea, si raccomanda inoltre di evitare la diffusione dell'infezione ad altri:

  • Lavati accuratamente le mani dopo essere andato in bagno. Idealmente, usare sapone liquido in acqua corrente calda, ma il sapone è meglio di niente. Asciugare correttamente dopo il lavaggio.
  • Non condividere asciugamani e flanelle.
  • Non preparare o servire cibo per gli altri.
  • Pulisci regolarmente i servizi igienici che usi. Pulire la maniglia di scarico, il sedile del water, i rubinetti del bagno, le superfici e le maniglie delle porte con acqua calda e detergente almeno una volta al giorno. Tenere un panno solo per la pulizia della toilette (o utilizzare uno usa e getta ogni volta).
  • Stai lontano dal lavoro, dal college, ecc., Almeno fino a 48 ore dopo l'ultimo episodio di diarrea o vomito.
  • Operatori alimentari: se lavori con il cibo e sviluppa diarrea o vomito, devi immediatamente lasciare l'area di manipolazione degli alimenti. Per la maggior parte, non sono necessarie altre misure, se non stare lontano dal lavoro almeno fino a 48 ore dopo l'ultimo episodio di diarrea o vomito. Alcune situazioni speciali possono sorgere e talvolta è necessario un tempo di riposo più lungo. In caso di dubbio, chiedere consiglio al proprio datore di lavoro o medico di base.
  • Se si sa che la causa dell'avvelenamento da cibo è (o si sospetta che sia) un germe chiamato criptosporidio, non si dovrebbe nuotare nelle piscine per due settimane dopo l'ultimo episodio di diarrea.

Come viaggiare in sicurezza durante la gravidanza

Opzioni di prevenzione dell'ictus di fibrillazione atriale