ehrlichiosi

ehrlichiosi

Questo articolo è per Professionisti medici

Gli articoli di riferimento professionale sono progettati per l'uso da parte di professionisti della salute. Sono scritti da medici del Regno Unito e basati su prove di ricerca, linee guida britanniche ed europee. Potresti trovare uno dei nostri articoli sulla salute più utile.

Questa pagina è stata archiviata. Non è stato aggiornato dal 21/05/2010. Collegamenti e riferimenti esterni potrebbero non funzionare più.

ehrlichiosi

  • Epidemiologia
  • Presentazione
  • Diagnosi differenziale
  • indagini
  • Gestione
  • complicazioni
  • Prognosi
  • Prevenzione

L'ehrlichiosi è un'infezione trasmessa da zecche di cellule mononucleate e granulociti che colpisce vari mammiferi, compresi topi, bovini, cani, cervi, cavalli, pecore, capre e umani. Gli Ehrlichia sono obbligatori, i batteri intracitoplasmatici che assomigliano a Rickettsia e sono microrganismi gram-negativi.[1]

  • Una delle specie Ehrlichia più comuni che infettano gli umani è Ehrlichia chaffeensis, che infetta principalmente monociti e macrofagi umani (Ehrlichiosi monocitica umana - HME).
  • Anaflasma phagocytophilum provoca anaplasmosi granulocitica umana (HGA).
  • Le specie Ehrlichia che infettano i granulociti sono chiamate ehrlichiosi granulocitica umana (HGE).

Le manifestazioni cliniche di HME, HGA e HGE sono le stesse.

Epidemiologia

  • Gli agenti patogeni di Ehrlichial sono distribuiti globalmente, principalmente in regioni temperate e sono stati segnalati in tutta Europa.[2]
  • Più comune nei maschi rispetto alle femmine.
  • Il più delle volte si verifica nei giovani adulti.
  • I pazienti anziani hanno maggiori probabilità di sviluppare infezioni gravi.

Presentazione

  • Più del 90% dei pazienti ha una storia di essere stato morso da diverse zecche.
  • Il periodo di incubazione è 1-4 settimane e l'infezione si presenta come una malattia febbrile con mal di testa, malessere, mialgia, artralgia e rigidità.[3]
  • Può anche avere nausea, vomito e anoressia.
  • L'infezione può anche portare a confusione o a un'eruzione non specifica, che può verificarsi in qualsiasi parte del corpo e non necessariamente nella sede della puntura di zecca.
  • Non ci sono risultati specifici sull'esame clinico, ma possono verificarsi lieve epatomegalia, linfoadenopatia e splenomegalia.

Diagnosi differenziale

  • Qualsiasi causa di una malattia simil-influenzale.
  • Altre possibili diagnosi da considerare sono la babesiosi, la malaria, la meningite, la febbre delle montagne rocciose e la febbre tifoide.[1]

indagini

  • Emocromo e film: leucopenia, trombocitopenia.[4] Morulee caratteristiche (vacuoli citoplasmatici in cui le specie Ehrlichia crescono nei leucociti periferici) sono diagnostici.
  • Possono essere presenti aumenti da lievi a moderati dei livelli di aminotransferasi.[5]
  • Per la diagnosi viene utilizzato un test degli anticorpi fluorescente indiretto. La diagnosi di HME o HGE è fatta da un titolo Ehrlichia di anticorpi monofluorocarburici IgG (IFA) ad alto livello o dalla dimostrazione di un aumento tra i titoli di Ehrlichia IFA acuta e di convalescenza.[1]
  • La tecnologia di reazione a catena della polimerasi fornisce i test sierologici più sensibili e specifici, ma questo è uno strumento di ricerca e disponibile solo in ospedali selezionati.

Gestione[1]

  • La doxiciclina è molto efficace nell'arrestare la progressione di entrambe le forme di ehrlichiosi umana e continua per 14 giorni.
  • La rifampicina può essere utile in pazienti incapaci di prendere la doxiciclina, ad es. Per i bambini e in gravidanza.

complicazioni

  • Le complicanze sistemiche possono coinvolgere il tratto respiratorio (mal di gola, tosse, infiltrati polmonari, sindrome da distress respiratorio acuto), il sistema digestivo (nausea, vomito, dolore addominale, sanguinamento gastrointestinale) o epatite.
  • Altre possibili complicazioni con infezioni gravi includono meningite, pericardite, insufficienza renale e coagulazione intravascolare disseminata.

Prognosi

  • La prognosi è eccellente in persone altrimenti sane con immunità normale.
  • Molti casi possono essere subclinici e auto-limitanti.

Prevenzione

  • Indossare abiti chiari, infilare i pantaloni nei calzini, usare un repellente per insetti.
  • Esaminare regolarmente il corpo delle zecche e rimuovere prontamente le zecche (è necessario un periodo di alimentazione di 3-48 ore per la trasmissione della malattia).

hai trovato questa informazione utile? no

Grazie, abbiamo appena inviato un'email di sondaggio per confermare le tue preferenze.

Ulteriori letture e riferimenti

  • Ehrlichiosi umana negli Stati Uniti, Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie

  1. Cunha BA; Ehrlichiosi. eMedicine, ottobre 2008.

  2. Stringa F; Ehrlichiosi granulocitica umana in Europa. Int J Med Microbiol. 2004 aprile293 Suppl 37: 27-35.

  3. Bakken JS, Krueth J, Wilson-Nordskog C, et al; Caratteristiche cliniche e di laboratorio dell'erlichiosi granulocitica umana. JAMA. 1996 Jan 17275 (3): 199-205.

  4. Dumler JS, Madigan JE, Pusterla N, et al; Ehrlichioses negli esseri umani: epidemiologia, presentazione clinica, diagnosi e trattamento. Clin Infect Dis. 2007 luglio 1545 Suppl 1: S45-51.

  5. Walker DH, Dumler JS; Emersione degli ehrlichioses come problemi di salute umana. Emerg Infect Dis. 1996 Jan-Mar2 (1): 18-29.

Storia ed esame fisico

Dipiridamolo per prevenire coaguli di sangue Asasantin Retard, Persantin, Persantin Retard